Voragine a Roma, la procura indaga per crollo colposo. Raggi: "Gli sfollati resteranno fuori casa per un po'"

La Procura di Roma procede per il reato di crollo colposo in relazione alla voragine apertasi in via Livio Andronico nella zona della Balduina. L'indagine, per il momento a carico di ignoti, è stata affidata dal procuratore Giuseppe Pignatone al procuratore aggiunto Nunzia D'Elia. Questa mattina il magistrato si è recato nella zona del crollo per effettuare un sopralluogo assieme alle forze dell'ordine.
 
 

Sul luogo del cedimento è tornata anche la sindaca Raggi. «Sottolineo che non si tratta di una voragine ma del crollo della paratia di un'area di cantiere. L'area è sotto sequestro e già oggi la magistratura inizierà a fare tutti i rilievi del caso», ha detto. «La situazione, per quanto grave, è tenuta sotto controllo. Stanotte - ha ricordato - le due palazzine prospicienti sono state evacuate in via precauzionale e probabilmente i residenti rimarranno fuori un po' di tempo. Tutti comunque avevano trovato una sistemazione alternativa tranne una famiglia che abbiamo ospitato in un hotel tra quelli reperiti con il protocollo 'Hotel solidali'. Per il protrarsi di questa inagibilità precauzionale, la Protezione civile sta già ricontattando tutti gli abitanti per capire se hanno disponibilità di una sistemazione propria oppure se saranno ospitati con il nostro sistema accoglienza. Sul posto ci sono Vigili e forze dell'ordine insieme al gruppo e agli assessori municipali per ogni necessità dei cittadini».
Giovedì 15 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 13:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-02-15 16:48:39
NIENTE PROBLEMI SI MANDANO IN ALBERGO A 4 STELLE COME GLI IMMIGRATI.
DALLA HOME