Bach, Mozart, Beethoven: la prima volta in live streaming del Teatro dell'Opera. Sul podio Daniele Gatti, star Carmela Remigio
di Elena Benelli

Bach, Mozart, Beethoven: la prima volta in live streaming gratuito del Teatro dell'Opera

Tre all’Opera: per la prima volta tre concerti in live-streaming e diffusi gratuitamente. L’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma - nell’ambito della programmazione “Teatro Digitale” di dicembre - offrirà tre esibizioni in diretta sul proprio canale ufficiale operaroma (https://www.youtube.com/user/operaroma). Ecco il calendario:


Venerdì 4 dicembre, ore 19 - Sarà il direttore musicale del Teatro, Daniele Gatti, dal podio del Costanzi, a dirigere un programma che comprende l’Ouverture n. 2 in si minore BWV 1067 di Bach per flauto e orchestra, con Matteo Evangelisti flauto solista, Le tombeau de Couperin di Ravel, Pulcinella di Stravinskij. Partecipano Vasilisa Berzhanskaya (mezzosoprano), Antonio Poli (tenore) e Alex Esposito (basso).


Venerdì 11 dicembre, alle 19 - Sul podio del Costanzi ci sarà Michele Mariotti. Il programma comprende Divertimento per piccola orchestra su musiche clavicembalistiche di Couperin, op. 86 di Strauss, la Danza degli spiriti beati da Orfeo ed Euridice di Gluck e la Sinfonia KV 183 in sol minore “La Piccola” di Mozart.


Venerdì 18 dicembre, alle 19 - Arriva Carmela Remigio, soprano molto amato dal pubblico del Costanzi. Gatti riprende la testa dell’Orchestra per dirigere l’ouverture da Don Giovanni di Mozart, “Ah, perfido!”, scena ed aria per soprano ed orchestra op. 65 di Beethoven e la Sinfonia n. 38 in re maggiore “Sinfonia di Praga”, K 504 di Mozart.


Il grande appuntamento è con la produzione “cinematografica” de “Il barbiere di Siviglia” - sabato 5 dicembre su Rai 3 - che aprirà, in epoca Covid, la stagione del Teatro. «I tre concerti in streaming e il Barbiere fanno un tutt’uno, una bolla artistica, costruita secondo un’idea ben precisa di viaggio attraverso la musica barocca e classica e il neoclassicismo. Un repertorio – ha spiegato Daniele Gatti – che ci permette di continuare il nostro lavoro in sicurezza, ma anche di offrire qualcosa di alternativo, che in altri momenti non potremmo proporre».


La visione dei concerti è gratuita, ma chi volesse sostenere l’opera e il balletto del Costanzi in questo difficile momento può farlo con una donazione sul sito ufficiale del Teatro: https://www.operaroma.it/news/i-love-roma-opera-aperta (con con agevolazione fiscale Art Bonus).
Foto di Y. Kageyama - Teatro dell’Opera di Roma


Ultimo aggiornamento: Martedì 1 Dicembre 2020, 19:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA