Chiude "Er Pistola", lo storico cocomeraro di Ponte Milvio. Al suo posto un birrificio

Chiude "Er Pistola", lo storico cocomeraro di Ponte Milvio. Al suo posto un birrificio

A Ponte Milvio è uno dei simboli del quartiere: lo storico chioschetto di Bernardino, per gli amici Dino, soprannominato "Er Pistola", celebre soprattutto per la vendita di cocomero nei mesi estivi chiuderà i battenti. Il proprietario, dopo una vita al bancone ha ormai 76 anni e ha ceduto l'attività a un birrificio. È un altro pezzo di storia della città che se ne va.

La storia di "Er Pistola", il cocomeraro di Ponte Milvio

Lo storico banco a Ponte Milvio esiste già dal 1917 ed è uno dei più antichi di Roma. Il padre di Dino lo rilevò all'inizio degli anni 80 e vendeva soprattutto frutta e verdura, di notte e di giorno. Presto l'attività diventò una tappa fissa per i frequentatori del quartere e per tanti giovani che nelle calde notti d'estate della capitale che trovavano sempre una fresca fetta d'anguria ad aspettarli. Tra i suoi clienti, anche politici, star del cinema e cantanti come Renato Zero. 

Riconosciuto dal Municipio come «elemento tradizionale della piazza»

In tanti anni dietro al bancone Dino ne ha viste di tutti i colori e ha resistito anche all'opera di "normalizzazione della piazza di Ponte Milvio, avviata nel 2017 dalla giunte pentastellata. Mentre allora molti banchi furono costretti alla chiusura alcuni chioschi storici, tra cui il suo furono salvati. Il XV Municipio decise infatti di mantenere aperto il chiosco riconoscendone il valore storico. Er pistola rimase aperto in quanto «Costituente ormai elemento tradizionale e connotante della piazza nonché tipico del folclore romano, in particolar modo per quanto attiene la vendita di cocomero nel periodo estivo, e da sempre punto di riferimento degli appassionati dello sport che gravitano intorno al complesso del Foro italico».

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 24 Marzo 2022, 21:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA