Roma, già 500 incendi. Emergenza tra i Vigili del fuoco: «Siamo pochi». Arrestato il quarto piromane

Roma, già 500 incendi. Emergenza tra i Vigili del fuoco: «Siamo pochi». Arrestato il quarto piromane

di Emilio Orlando

Cinquecento incendi in poco più di 50 giorni di fuoco. Ettari di bosco, parchi e aree verdi distrutte, forse per sempre. Migliaia le persone salvate da soccorritori e forze dell’ordine. Gravi danni ambientali e alla salute dei cittadini, soprattutto in zone come Centocelle, Malagrotta, la Pisana e la Magliana.

 
IN GINOCCHIO. È il triste bilancio, destinato a incrementarsi per le temperature roventi, il degrado e la spazzatura abbandonata, dell’emergenza incendi nella Capitale. Dal maxi rogo che interessò parte della discarica di Malagrotta fino a quello che ha distrutto il parco del Pineto, a ridosso della Pineta Sacchetti al rogo del parco di Centocelle dove sono andate in fumo anche molte attività di autodemolizione, Roma appare spesso una città in ginocchio.


LE CARENZE. I vigili del fuoco, impiegati in prima linea, sono in affanno: «La grave carenza di uomini e mezzi sta mettendo a dura prova le possibilità di risposta immediata e adeguata a questi grossi incendi», ha denunciato Luca Antonazzo, segretario del sindacato Conapo. Il sindacalista ha anche evidenziato come «l’organico sia del tutto insufficiente già in situazioni ordinarie» e che «diventa pericolosamente inadeguato nel periodo estivo».


LE INDAGINI. Intanto la procura della Repubblica capitolina, ha istituito un pool di magistrati ed investigatori interforze per indagare su diversi episodi considerati dolosi. I rilievi effettuati sulle aree andate in fiamme, hanno portato alla luce la presenza di inneschi, fatti con acceleranti di combustione che, disposti dai piromani a macchia di leopardo hanno incendiato parchi e giardini della capitale per trarre profitti illeciti come quello di estrarre il rame dai cavi elettrici.


GLI ARRESTI. Quattro i piromane arrestati finora. Ieri è stato processato per direttissima e condannato alla pena di due anni un 29enne di origini romene accusato per l’incendio a Tor Cervara. A metà luglio la polizia aveva già arrestato un italiano di 62 anni, fermato con un grosso accendino in mano con cui aveva provocatol’incendio alla Pisana. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Luglio 2022, 07:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA