Diabolik, rinviati i funerali di Piscitelli: la salma resta a Tor Vergata

Diabolik, rinviati i funerali di Piscitelli: la salma resta a Tor Vergata

Diabolikrinviati i funerali in forma privata di Fabrizio Piscitelli. La questura ha riposizionato i cinque blindati che erano stati dislocati a protezione dell'ingresso principale del cimitero Flaminio in via Amulio, nei pressi della sede degli Irriducibili, al policlinico di Tor Vergata, sulla via Flaminia e in altri siti sensibili della città.

Nadia Toffa è morta. L'annuncio ufficiale sui social delle Iene. Aveva 40 anni



Dopo che oggi la famiglia di Fabrizio Piscitelli ha effettuato il riconoscimento, la salma resta dell'ultrà laziale resta all'istituto di medicina legale del policlinico Tor Vergata: finora i familiari non hanno espletato le pratiche per il trasferimento del corpo di Piscitelli. Al momento dunque non ci sono le condizioni per un funerale a stretto giro. Inoltre la famiglia ha fin da subito manifestato la volontà di cremare il corpo di Diabolik.
 
 


«Su Roma - spiegano fonti Ama - il cimitero Flaminio è l'unica struttura per la cremazione, ma la famiglia una volta espletate le pratiche può ritenere di cremarlo dove crede», anche in altre città italiane. Al Flaminio attualmente i tempi per le cremazioni prevedono un'attesa di «tre, quattro giorni» una volta presentata la documentazione. L'iter impone l'ottenimento del nulla osta del magistrato che deve essere vagliato da cimiteri capitolini e validato dall'ufficio stato civile. Dopodiché è possibile cremare un corpo.
 
Martedì 13 Agosto 2019, 09:16
© RIPRODUZIONE RISERVATA