Lombardia in “arancione scuro” dalla mezzanotte: chiuse tutte le scuole, tranne i nidi L'ORDINANZA PDF

Lombardia in “arancione scuro” dalla mezzanotte: chiuse tutte le scuole, tranne i nidi L'ORDINANZA

Allerta Covid a Milano e in tutta la Lombardia. Così l’intera regione da stasera va in arancione scuro. A partire da mezzanotte di oggi fino al 14 marzo la regione Lombardia sarà classificata come zona «arancione rafforzato». Significa che tutte le scuole, tranne i nidi, saranno chiuse. Il presidente Attilio Fontana firmerà un’unica ordinanza che comprenderà anche le precedenti.

 

SCARICA PDF ORDINANZA

 

Stando agli ultimi dati, attualmente negli ospedali lombardi ci sono 4.545 ricoverati per Covid e 532 Covid positivi ricoverati in terapia intensiva (+26 nella mattinata di oggi. Qui il bollettino del 3 marzo). L’ordinanza, tra le altre cose, prevederà l’accesso limitato nelle attività commerciali (un solo componente per famiglia), il divieto di utilizzare le aree giochi all’interno dei parchi e il divieto di recarsi nelle seconde case.

 

L'ORDINANZA DI FONTANA

Nell'ordinanza firmata dal presidente Attilio Fontana sul passaggio della Lombardia dalla mezzanotte di venerdì ad arancione rafforzato è prevista la «sospensione della didattica in presenza nelle istituzioni scolastiche primarie e secondarie di primo grado e secondo grado, nelle istituzioni formative professionali secondarie di secondo grado (IeFP), negli Istituti tecnici superiori (Its) e nei percorsi di Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (Ifts) nonchè sospensione delle attività delle scuole dell'infanzia. In tutte le scuole ed istituzioni di cui al punto 2: le attività di laboratorio sono garantite; resta salva la possibilità di svolgere attività in presenza in ragione di mantenere una relazione educativa che realizzi l'effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, secondo quanto previsto dal decreto del Ministro dell'Istruzione n. 89 del 7 agosto 2020 e dall'ordinanza del Ministro dell'Istruzione 134 del 9 ottobre 2020, garantendo comunque il collegamento on line con gli alunni della classe che sono in didattica a distanza». Inoltre «si applica quanto previsto dall'art. 3, comma 4, lettera g) del D.P.C.M. del 14 gennaio 2021 (ossia, a decorrere dal 6 marzo 2021, dell'art. 44 del dpcm 2 marzo 2021) con conseguente sospensione della frequenza delle attività formative e curriculari delle università e delle istituzioni di alta formazione artistica musicale e coreutica aventi sedi sul territorio della Regione Lombardia, fermo in ogni caso il proseguimento di tali attività a distanza»


Ultimo aggiornamento: Giovedì 4 Marzo 2021, 15:53