Martina Luoni, cosa è successo dopo il video virale della 26enne con il cancro per denunciare l'emergenza ospedali

Video
di Nico Riva

Martina Luoni ha 26 anni e da tre combatte contro un cancro al colon con metastasi al fegato. A causa dell'emergenza sanitaria in Italia, le cure di diversi malati oncologici sono state rimandate, ridotte o sospese. La ragazza ha fatto un video sui social per denunciare la situazione, diventando in poco tempo virale con oltre sei milioni di visualizzazioni. Per questo motivo, la Regione Lombardia ha deciso di ingaggiarla come testimonial per la campagna "The Covid Dilemma". In seguito, ha precisato che «Non ho mai detto che mi è stato annullato l'intervento, ho detto solo che sono in attesa ancora della fattibilità dell'intervento». 

Leggi anche > Tumori, l'allarme degli oncologi. «Causa Covid senza screening un milione e 440mila pazienti»

«Buongiorno a tutti! Con questo video racconto per chi non mi conoscesse in breve la mia storia ma non solo... questo video è una denuncia sulla situazione sanitaria in Lombardia. Io come tante altre persone malate oncologiche stiamo vivendo un periodo molto difficoltoso come se non bastasse la nostra patologia ora dobbiamo anche combattere contro una pandemia globale che fa chiudere ambulatori e saltare visite», ha scritto su Instagram Martina Luoni, 26 anni, di Solaro (Milano). «Con questo video vorrei riuscire a dare voce a chi come me si trova ogni giorno a combattere per la propria vita e non si può permettere di essere rimandato perchè il sistema sanitario è al collasso e le attività chirurgiche non possono essere sospese! Facciamo arrivare questo messaggio lontano grazie al potere della condivisione!»

Detto, fatto. Migliaia di persone (compresi diversi influencer, da Chiara Ferragni a Francesca Michielin e Michela Giraud) hanno ricondiviso l'appello disperato di Martina sui propri canali social. Il dg dell'Istituto tumori Pascale di Napoli, Attilio Bianchi, le ha offerto un posto presso l'Istituto per curarsi a Napoli, ma non è l'unico ad essersi fatto avanti. La sua storia è arrivata poi fino alla Regione Lombardia, che l'ha scelta come testimonial per la campagna Covid Dilemma, come già era successo con Zlatan Ibrahimovic.

In un video successivo, la ventiseienne ha precisato: «Non ho mai detto che mi è stato annullato l'intervento, ho detto solo che sono in attesa ancora della fattibilità dell'intervento. Sono sicura che nel momento in cui ci sarà, se ci sarà l'ok da parte di tutto il team, i miei chirurghi troveranno sicuramente il modo per non lasciarmi sola. Non l'hanno mai fatto e quindi non inizieranno farlo ora. Ho una squadra molto solida alle spalle». Infine, ha fatto un ulteriore appello a tutti i cittadini, invitando tutti all'aiuto reciproco e a rispettare le norme per evitare il collasso degli ospedali in questa fase delicata: «Bisogna rispettare le regole: distanziamento, mascherine. Perché gli ospedali - e io ne giro tanti - sono al collasso. Non possiamo far spegnere la sanità per il Covid». 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 9 Novembre 2020, 14:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA