Statali, rivoluzione smart working: al 50% fino a fine anno, poi al 60%

Statali in smart working al 50% fino a fine anno: emendamento M5S al decreto Rilancio

Proroga fino al 31 dicembre 2020 del lavoro agile per il 50% dei dipendenti che svolgono attività eseguibili da remoto. Lo prevede un emendamento M5S al decreto Rilancio, riformulato e approvato dalla commissione Bilancio della Camera, che e introduce il «Piano organizzativo del lavoro agile» (POLA), con il quale dal primo gennaio 2021 la percentuale salirà ad almeno il 60%. Si tratta, commenta il ministro Fabiana Dadone, di una «rivoluzione in atto».

Con l'emendamentosi introduce anche l'Osservatorio del lavoro agile «per raccogliere dati e informazioni fondamentali e permettere di programmare al meglio le future politiche organizzative delle Pa e lo sviluppo delle performance di dirigenti e personale».

Ultimo aggiornamento: Sabato 4 Luglio 2020, 12:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA