Scooter travolto da una mini-car pirata: Elisa muore a 21 anni. L'automobilista si consegna: è un ragazzino 15enne

Scooter travolto da una mini-car pirata: Elisa muore a 21 anni. L'automobilista si consegna: è un ragazzino 15enne

Hanno tentato di rianimarla per oltre un'ora, ma la 21enne Elisa Bascià di Cavallino (Lecce) alla guida dello scooter che l'altra notte è stato coinvolto in un incidente stradale su via Leuca, non ce l'ha fatta. È morta questa mattina per una embolia. La salma è ora sotto sequestro e a disposizione dell'autorità giudiziaria, mentre per il ragazzino che era alla guida della minicar e che questa mattina si è consegnato ai carabinieri potrebbe scattare l'accusa di omicidio stradale.

Il minore - 15 anni - si è presentato in caserma, a Cavallino, accompagnato dal suo legale. I militari, del resto, erano già sulle sue tracce avendo acquisito già ieri le immagini delle telecamere di videosorveglianza. 

Proprio i carabinieri di Cavallino e di San Cesario stanno tentando, in queste ore, di ricostruire l'accaduto, raccogliendo le testimonianze e analizzando i mezzi coinvolti nell'impatto. L'incidente è avvenuto alle 4 del 16 giugno. A bordo dello scooter Elisa Bascià, alla guida, e una 17enne di Lizzanello, rimasta solo lievemente ferita. 
Il ragazzo di 15 anni che conduceva l'auto era insieme a un amico, anche lui 15 anni. L'ipotesi di accusa è, per il momento, quella di omissione di soccorso.

«Rimane da accertare - fanno sapere dall'Arma - anche l'ipotesi di lesioni e di omicidio stradale, per quanto dalle prime, parziali ricostruzioni sembrerebbe che la moto abbia tamponato da dietro l'autovettura». Sui fatti indaga l'autorità giudiziaria per i minori. 
Domenica 16 Giugno 2019, 11:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA