Ragazzi morti a Terni, «uccisi da un mix di droghe». Caccia al secondo pusher

Ragazzi morti a Terni, «uccisi da un mix di droghe». Caccia al secondo pusher

Potrebbe essere stato un cocktail micidiale di metadone e codeina ad aver ucciso Flavio Presuttari, di 16 anni, e Gianluca Alonzi, di 15, trovati morti nel sonno nelle loro rispettive case di Terni. Lo riferisce l'Adnkronos.

Proseguono senza sosta le indagini dei Carabinieri di Terni, coordinati dal tenente colonnello Stefano Verlengia: dopo l'arresto, a poche ore dal decesso dei due adolescenti, di Aldo Maria Romboli, 41enne ternano che ha confessato di aver venduto dosi di metadone ai due minorenni, non è escluso che nuovi sviluppi si possano avere a breve. 

Leggi anche > Ragazzi morti nel sonno a Terni, lo spacciatore arrestato confessa: «Ho ceduto loro del metadone»

Gli investigatori starebbero cercando infatti il pusher che potrebbe aver fornito a Flavio e Gianluca della codeina. Proprio il mix con il metadone, secondo gli inquirenti, sarebbe stato letale. Saranno però solo le autopsie e gli esami tossicologici a chiarire cosa è stato realmente assunto dai due giovanissimi
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 8 Luglio 2020, 17:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA