Napoli choc, il paziente viene soccorso da un'ambulanza ma prende a calci un medico e aggredisce un infermiere

Napoli choc, il paziente viene soccorso da un'ambulanza ma prende a calci un medico e aggredisce un infermiere

Era in preda ad una crisi autolesionista e per soccorrerlo, a casa sua, era arrivata un'ambulanza. Dal momento che la sua pericolosità era già nota al 118, sul posto erano giunti anche i carabinieri. Eppure, all'arrivo dei sanitari, un uomo ha colpito un medico con un calcio al petto.

 

Leggi anche > Aggredisce una prostituta, il padre lo difende: ne avrebbe voluta una più giovane

 

È accaduto ieri sera, intorno alle 21, a Napoli, nel quartiere Ponticelli. A denunciare l'episodio è l'associazione Nessuno tocchi Ippocrate, che ha spiegato come, nell'abitazione in via Vera Lombardi, l'ambulanza era arrivata scortata dai carabinieri. L'uomo a quel punto ha chiesto di poter parlare con il medico, che si è avvicinato a lui ed è stato sbalzato a terra con un violento calcio in pieno petto.

 

A quel punto arrivano altre volanti, per un totale di sette diverse vetture, e l'uomo viene portato dai militari all'Ospedale del Mare, dal momento che dopo l'aggressione al medico il paziente aveva anche minacciato pesantemente gli operatori del 118. Una volta entrato in pronto soccorso, l'uomo ha aggredito anche un infermiere del triage. Il medico aggredito, nonostante un lieve dolore per il calcio ricevuto, ha preferito non refertarsi per continuare il servizio, a causa della scarsa disponibilità di ambulanze operative.

 



 

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 12 Maggio 2021, 19:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA