Giorgio Palù (Aifa): «Misurare gli anticorpi prima della terza dose? Non serve a niente, ecco perché»

Palù (Aifa): «Misurare gli anticorpi prima della terza dose? Non serve a niente. Ecco perché»

Il sierologico per misurare gli anticorpi prima della terza dose non serve a niente. A dirlo è il presidente dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) Giorgio Palù, secondo cui «non è assolutamente raccomandabile» subordinare la somministrazione della terza dose di vaccino anti-Covid a un test del livelli di anticorpi contro il coronavirus Sars-CoV-2.

Leggi anche > Covid, rapporto Iss: dopo 7 mesi nessuna riduzione di efficacia nei vaccini a Mrna

«Quando stiamo parlando di una vaccinazione globale, non ha significato dosare gli anticorpi - ha spiegato Palù - perché ci sono già gli studi validativi, e sono gli studi di efficacia nel mondo reale, nella pratica, nella vita di tutti i giorni, che dimostrano se il vaccino funziona o meno».

Inoltre, «sappiamo che non viene ancora attribuito agli anticorpi un vero correlato di protezione. Non c'è un parametro immunologico che sia assunto a correlato di protezione - ha precisato il presidente dell'ente regolatorio nazionale - Solo nei modelli animali e con altri virus sappiamo che sono gli anticorpi neutralizzanti quelli che proteggono dall'infezione, ma» per misurare gli anticorpi «esistono test molto diversi» e gli anticorpi neutralizzanti «non sono quelli che vengono misurati nei test di tutti i giorni».

«Una valutazione» potrebbe servire «per singoli casi, come è stato per gli immunodepressi», ha puntualizzato Palù. Oppure, altro esempio fatto dal numero uno dell'Aifa: «Abbiamo recenti pubblicazioni che dimostrano, nel caso delle malattie reumatiche, che il vaccino è efficace. In questi soggetti sono stati misurati gli anticorpi e si è visto che erano elevati». Quindi la misurazione degli anticorpi può avere senso in specifiche situazioni, «ma per studi di popolazione non è assolutamente raccomandabile - ha concluso Palù - per le ragioni dette, per la tipologia del test e perché l'efficacia» del vaccino «nel mondo reale si misura in termini diversi».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 6 Ottobre 2021, 16:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA