Marmolada, «no al turismo dell'orrore». Zaia: multe ai curiosi

Marmolada, «no al turismo dell'orrore». Zaia: multe ai curiosi

Marmolada, «no al turismo del macabro». Il governatore del Veneto Luca Zaia è categorico: «Faccio un invito: non ha nessun senso andare lì su a fotografare - ha detto Zaia. Ho trovato anche escursionisti che hanno provato a superare le transenne. Inaccettabile. Ho chiesto al sindaco di Canazei di mettere multe al massimo».

Nei giorni scorsi il governatore del Veneto aveva preannunciato un provvedimento di chiusura dell'area dove è avvenuta la tragedia: «Stiamo elaborando assieme un provvedimento di chiusura in salvaguardia di chiusura di tutta l'area del disastro -  aveva detto Luca Zaia - e auspichiamo che a livello nazionale poi si attivi un tavolo per eventuali regole, che dovranno essere elaborate dai tecnici perché noi nono siamo nelle condizioni di stabilire delle regole».

Marmolada, tutte le 11 vittime identificate col Dna: ecco chi erano. Oggi lutto cittadino in Val di Fassa

Marmolada, trovati altri resti umani in una zona non ancora battuta dalle ricerche

Marmolada, le vittime accertate sono 11

«Non ci sono elementi per dire che ci sono altri morti: le vittime accertate sono 11». Così il comandante del Ris, Giampietro Lago, durante una conferenza stampa a Canazei.

Le salme riconsegnate ai familiari solo a ricerche concluse

«Le salme saranno riconsegnate solo a ricerche concluse». Lo spiega il comandante dei Ris di Parma Giampietro Lago nel corso di una conferenza stampa a Canazei per fornire il bilancio definitivo di 11 morti della valanga della Marmolada.

 

Ultimo aggiornamento: Sabato 9 Luglio 2022, 14:32
© RIPRODUZIONE RISERVATA