Maltempo a Venezia, caduti frammenti dal campanile di San Marco: turisti evacuati. Volano i tavolini dei caffè storici VIDEO

Video

MaltempoVenezia, si staccano frammenti dal campanile di San Marco. La bufera di vento e pioggia che ha colpito Venezia ha provocato il distacco di frammenti di mattoni dalla torre del campanile di San Marco. Non vi sarebbe alcun pericolo, e si sta cercando di verificare da quale punto sia avvenuto il crollo. Una delle ipotesi è anche che una delle pareti del campanile possa essere stata colpita da uno degli oggetti che volavano nell'area della piazza dove si affacciano i famosi bar. 

Anche il campanile di San Marco è rimasto così colpito dai dieci minuti di bufera, con vento a 100 km all'ora, che hanno fatto volare i tavolini e ombrelloni dei caffè storici di piazza San Marco volati da ogni parte, con paura e fuggi-fuggi generale dei turisti. Venezia ha pagato il prezzo dell'ondata dl maltempo con momenti di terrore per gli effetti di un temporale che si è scatenato sopra la città all'ora di pranzo. Nuvoloni scuri che salivano dalla laguna, e il cielo che d'improvviso si è fatto quasi buio.

 

Clima, maltempo: gru si abbatte su una casa. Tromba d'aria e bomba d'acqua, evacuate 11 famiglie in Emilia

Il vento fa volare il chiosco di un'edicola

I turisti che si trovavano ancora in visita al monumento sono stati fatti uscire, e la zona transennata. Alla base del campanile sono visibili alcuni pezzi di mattone rosso, staccatisi dall'alto. Nella zona dei Giardini il vento ha divelto e fatto volare il chiosco di un'edicola. Due, tra cui un ragazzino, le persone rimaste leggermente contuse, una al Lido e una a San Marco. 

Sono 25 gli operai delle squadre di pronto intervento del settore viabilità della Città metropolitana intervenuti questi pomeriggio dopo il forte maltempo che ha causato danni a Venezia e sulla rete stradale provinciale. Il personale, coadiuvato anche da volontari, ha lavorato su una decina di situazioni, soprattutto per rimuovere rami e tronchi di alberi abbattuti dal fortunale.

Paralizzata anche la navigazione in laguna

Paralizzata anche la navigazione in laguna. I vaporetti del servizio Act, come previsto dal protocollo di sicurezza, si sono subito fermati, ormeggiandosi agli imbarcaderi più vicini lungo il loro percorso. Danni si sono contati anche negli stabilimenti balneari al Lido, così come, all'altro capo della laguna, a Chioggia, dove la bufera ha messo a soqquadro nel litorale di Sottomarina molti 'bagnì sulla spiaggia. Venezia è stata un pò l'epicentro della sfuriata del maltempo, che tuttavia non ha risparmiato altre parti del Veneto. I centralini dei vigili del fuoco hanno ricevuto oltre 200 richieste di soccorso. Molte di queste per alberi di grosso fusto crollati sulle strade, diverse delle quali nel territorio della Città Metropolitana di Venezia. La circolazione è ripresa nel tardo pomeriggio dopo il lavoro di messa in sicurezza da parte dei pompieri. La città in sostanza è stata investita da quello che in meteorologia viene definito un downburst, un fenomeno caratterizzato da forti raffiche di vento discensionale, che superano spesso la soglia dei 100 km orari

 

Ultimo aggiornamento: Giovedì 18 Agosto 2022, 21:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA