Investe 370mila euro in Bitcoin, ma è una truffa: prof universitario perde tutti i suoi risparmi

Il calvario senza fine di un professore universitario truffato

Investe 370mila euro in Bitcoin, ma è una truffa: prof universitario perde tutti i suoi risparmi

Era convinto che l'investimento di migliaia e migliaia di euro in Bitcoin e altre criptovalute fosse fruttuoso, ma non sapeva di essere caduto nella rete di alcuni truffatori. Alla fine, un professore universitario di 66 anni, residente a Padova, dopo aver perso tutti i risparmi, ha deciso di rivolgersi ad un avvocato. La denuncia ha portato all'apertura di un'inchiesta per truffa, a carico di una banda che opera in ambito europeo tramite il phishing.

 

Leggi anche > Trova 1000 euro e li fa restituire alla proprietaria: «Voglio solo un lavoro»

 

A raccontare la vicenda è Il Gazzettino. L'uomo, assistito dall'avvocato Alessandro Zanonato, era caduto in un falso annuncio di un noto quotidiano nazionale in cui si vedeva il famoso chef Antonino Cannavacciuolo (assolutamente estraneo ai fatti) sostenere di aver ricavato grandi guadagni con investimenti su una società che si occupa di criptovalute, la ForexTB. L'uomo, nel settembre 2020, contatta la società e viene poi ricontattato da una account manager che gli propone degli investimenti molto vantaggiosi in azioni. Viene richiesta una prima tranche da 20mila euro, ma presto quei rendimenti si rivelano nulli.

 

A quel punto, chiedendo spiegazioni, al docente universitario viene spiegato che per recuperare i primi 20mila euro investiti, occorre aggiungerne altri 50mila. Poche settimane dopo, gli investimenti si rivelano ancora una volta nulli. A questo punto l'uomo viene contattato da un altro investitore, che sostiene di operare per conto di QuantumFX, una società con sede a Liverpool. L'approccio è più professionale, gli investimenti sono più prudenti e c'è la speranza, nel tempo, di recuperare anche i soldi persi con ForexTB. Questo basta all'uomo per convincersi ad effettuare un bonifico di 5000 euro su una banca estone. I rendimenti sembrano elevati, poi QuantumFX lo ricontatta tramite un sedicente avvocato che lo informa di una class action dei clienti di ForexTB contro la società che gli aveva fatto perdere quasi tutti i risparmi di una vita. I presupposti sono incoraggianti: due mesi dopo arriva un bonifico di 3.300 euro, una piccola parte dei soldi investiti inizialmente.

 

I guai però non finiscono qui. Un sedicente rappresentante della società inglese ricontatta il professore, spiegandogli che gli acquisti in Bitcoin stanno scendendo di rendimento e che per non perdere il capitale investito (30mila euro complessivi) occorre consolidarlo con una cifra cinque volte più alta (150mila euro). A questo punto, il professore inizia a investire ciò che rimaneva dei risparmi di una vita, liquidazione compresa, e a chiedere prestiti alla banca, ad agenzie, ad amici e parenti. I Bitcoin continuano a crollare, al docente universitario viene spiegato che vanno investiti altri 35mila euro. QuantumFX, ad agosto 2021, contatta di nuovo il professore, spiegandogli che a breve sarebbe arrivata la restituzione di tutto il capitale versato (370mila euro complessivi). A questo punto, il docente paga tutte le commissioni pregresse e anche il 20% di tasse inglesi su guadagni fantasma. Dopo l'ennesimo pagamento a vuoto, l'uomo si decide a denunciare e scattano le indagini della Procura.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Maggio 2022, 12:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA