Lady Diana, quanto costa la tiara indossata al matrimonio con Carlo che erediterà la nipote Charlotte

La storia del celebre gioiello

Lady Diana, quanto costa la tiara indossata al matrimonio con Carlo che erediterà la principessa (e nipote) Charlotte

Tra i gioielli più preziosi che Lady Diana ha indossato nel corso della propria vita spicca senz'altro la celebre tiara con la quale il 29 luglio 1981 convolò a nozze con il principe Carlo. Un accessorio dal valore immenso che fra qualche anno passerà nelle mani della principessa Charlotte.

Leggi anche > Kate Middleton, perché la regina Elisabetta rimase colpita dalla futura duchessa quando si incontrarono per la prima volta

Lady Diana, quanto costa la tiara indossata al matrimonio con il principe Carlo

Indossata da Celia McCorquodale, la nipote del 10° conte Spencer Charles, al proprio matrimonio nel 2018, la tiara verrà esposta insieme ad altri 45 diademi dal 28 maggio al 15 giugno a una mostra organizzata dalla Sotheby's Aristocratic Jewels in occasione del Giubileo di Platino della regina Elisabetta.

Secondo Sotheby's, che domani inaugura l'esposizione, la tiara ha un valore stimato di circa 400.000 sterline ed è una delle più famose della storia moderna. Si ritiene che sia stata originariamente disegnata nel 1767 per la viscontessa Montagu e rimodellata dalla storica gioielleria londinese Garrard nel 1930. Come riferito dalla casa d'aste, il decoro centrale del gioiello – a cuore – fu donato da Lady Sarah Spencer alla viscontessa Althorp, la nonna della principessa Diana, nel 1919. In seguito furono aggiunti ulteriori motivi floreali fino a quando la tiara non raggiunse il suo stato attuale.

A metà degli Anni 70 John Spencer, 8° conte Spencer, ereditò la tiara e ciascuna delle sue tre figlie la indossò al proprio matrimonio. Lady Jane fu la prima nel 1978, seguita da Lady Sarah nel 1980 e da Lady Diana nel 1981. Tra qualche anno la nuova proprietaria sarà invece la nipotina Charlotte.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 13 Giugno 2022, 12:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA