Harry e Meghan, dopo la 'Megxit' i duchi di Sussex potrebbero pagarsi la scorta di tasca propria

Nei giorni successivi all'annuncio ufficiale, emergono nuovi dettagli sul futuro di Harry e Meghan lontano dalla famiglia reale britannica. L'ultimo, in ordine di tempo, riguarda le spese per la scorta dei duchi di Sussex, che potrebbero emulare Tony Blair.

Leggi anche > Meghan Markle, la verità del padre in un documentario: «Tradiva l'ex marito, avrei voluto avvertire il principe Harry»

Come scrive il Telegraph, il principe Harry e Meghan Markle potrebbero pagarsi la scorta autonomamente, ma solo nel caso in cui gli affari dei duchi di Sussex dovessero effettivamente andare a gonfie vele. Al momento, come per tutti i membri della famiglia reale britannica, la scorta viene finanziata dai contribuenti britannici. I duchi di Sussex, tuttavia, hanno già annunciato di voler coprire in parte quelle spese, almeno per ciò che riguarda gli impegni non istituzionali, proprio come fece Tony Blair.

L'ex premier laburista, infatti, è stato anche un eccellente intermediario per accordi commerciali privati. Un'attività, questa, che gli aveva fruttato milioni di sterline e proprio per questo motivo, Tony Blair aveva deciso di pagare di tasca propria tutte le spese relative agli impegni non istituzionali.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 23 Gennaio 2020, 11:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA