Le sopracciglia prendono fuoco dopo un trattamento, 31enne denuncia: «L'estetista non ha fatto prove allergiche»
di Alessia Strinati

Le sopracciglia prendono fuoco dopo un trattamento, 31enne denuncia: «L'estetista non ha fatto prove allergiche»

Voleva tingersi le sopracciglia, per renderle più folte e avere uno sguardo più profondo, ma ha rischiato di perdere la vista Leanne, 31 anni, di Manchester, era andata dall'estetista per farsi fare una manicure, ma nel salone la proprietaria le ha illustrato questo nuovo trattamento e alla fine si è convinta a provare, visto il basso impatto che avrebbe dovuto avere.

Per un selfie precipita e muore dal 27esimo piano



Come riporta il Mirror però l'estetista non le ha fatto alcuna prova allergologica limitandosi solo a chiederle se aveva allergie di alcun genere e se aveva fatto il trattamento in precedenza. Dopo qualche ora dal trattamento la ragazza ha notato un forte bruciore e rossore, con il passare del tempo le sopracciglia hanno iniziato a cadere e gli occhi a gonfiarsi, come se quella parte del viso stesse per esplodere. A quel punto la 31enne è andata in ospedale dove le è stata prescritta una crema cortisonica.

Per diversi giorni la donna ha dovuto applicare l'unguento, e ha continuato ad avere gli effetti di quell'incidente di bellezza. Le è stato detto che il tipo di trattamento a cui si è sottoposta in realtà è particolarmente aggressivo e sconsigliato a chi a pelli sensibili, ma che soprattutto la professionista si sarebbe dovuta concretamente accertare l'assenza di reazioni allergiche prima di procedere. 
Domenica 14 Ottobre 2018, 18:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA