La principessa Latifa prigioniera di suo padre, un'amica racconta il primo tentativo di fuga: «Voleva chiedere aiuto negli Usa»

La principessa Latifa prigioniera di suo padre, un'amica racconta il primo tentativo di fuga: «Voleva chiedere aiuto negli Usa»

La principessa Latifa bint Mohammed al-Maktoum, figlia dello sceicco Mohammed bin Rashid al-Maktoum, sovrano di Dubai e Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti, rinchiusa in casa dal padre, avrebbe provato a fuggire anni fa. La giovane donna è riuscita a lanciare un allarme e ora le associazioni umanitarie stanno cercando di capire in che situazione si trova.

 

Leggi anche > La principessa Latifa, figlia dell'emiro di Dubai, denuncia: «Mio padre mi tiene prigioniera»

 

A raccontare la sua storia, come riporta il Telegraph  è una delle sue più care amiche, Tiina Jauhiainen, che ha ricordato come nel 2018 avesse provato a far fuggire Latifa. Quando è scappata, era la prima volta che Latifa, a 32 anni, si trovava sul sedile anteriore di un'auto, avendo sempre avuto un autista e viaggiato dietro. La fuga è stata il risultato di un piano di sette anni che prevedeva di arrivare in auto in Oman, il trasporto di un gommone in acque internazionali e l'imbarco su uno yacht per lo Sri Lanka, da dove Latifa sperava di volare negli Stati Uniti e chiedere asilo politico.

 

«Latifa inizialmente era sollevata quando siamo saliti sulla barca, ma ogni giorno era sempre più preoccupata che suo padre potesse già darle la caccia», ha raccontato Tina, «Abbiamo trascorso la maggior parte del nostro tempo al piano di sotto, cercando di contattare i giornalisti sui nostri telefoni, poiché Latifa pensava che potesse proteggerla». Dopo 8 giorni di navigazione però il padre è riuscita a rintracciarla e l'imbarcazione è stata bloccata e la principessa è stata portata a Dubai. Quella è stata l'ultima volta che Tina ha visto la sua amica.

 

Tina è stata arrestata e messa in condizioni disumane in cella poi rilasciata dopo la divulgazione di un video che Latifa aveva fatto prima della fuga apparso su You Tube, in cui è stato reso pubblico che aveva cercato di lasciare il paese con lei. Il potente film, che Tiina l'ha aiutata a realizzare e che da allora è stato visto da più di quattro milioni di persone, inizia, 'Se stai guardando questo video ... O sono morto o sono in un periodo molto, molto brutto". Dopo il video lo sceicco ha replicato dicendo che la figlia è al sicuro, ma non ha fatto sapere altro. 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 22 Febbraio 2021, 15:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA