L’Arkansas vieta terapie ormonali e gli interventi chirurgici per i giovani transgender

L’Arkansas vieta terapie ormonali e gli interventi chirurgici per i giovani transgender

L’Arkansas è il primo stato degli Usa a vietare le terapie ormonali e gli interventi chirurgici per i giovani transgender. Il governatore dello stato ha deciso lo scorso lunedì di bocciare la decisione di aiutare giovani già ad alto rischio di depressione. La legge nonostante l'appello di pediatri, assistenti sociali e genitori, preoccupati per la salute mentale di ragazzi, è stata bocciata da una Camera e da un Senato a maggioranza Repubblicana.

 

 

Il disegno di legge proibisce ai medici di erogare trattamenti ormonali o interventi chirurgici ai minorenni, ma anche di indirizzarli ad altri specialisti. Secondo la politica è necessaria la maggiore età per prendere quel tipo di decisioni, ma per gli esperti, se prese molto prima, si riduce il rischio di disagi e depressione che possono avere conseguenze psicologiche molto gravi.

 

«Questo è un giorno triste per l’Arkansas», ha spiegato Holly Dickson, direttore esecutivo dell’organizzazione per la difesa dei diritti e delle libertà individuali.  Questa legge «porterà famiglie, medici e imprese fuori dallo stato e invierà un messaggio terribile e straziante ai giovani transgender». Ad oggi ci sono anche altri 16 stati americani, come Alabama e Tennessee, che stanno valutando l’approvazione di misure simili.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 9 Aprile 2021, 09:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA