Indagato per tre tentati omicidi, ma è in fin di vita: chiede e ottiene l'eutanasia

Il caso di un 46enne, ex guardia giurata, accusato di aver sparato a tre persone nella sede dell'agenzia per cui lavorava

Indagato per tre tentati omicidi, ma è in fin di vita: chiede e ottiene l'eutanasia

È indagato per tre tentati omicidi e dovrebbe essere processato, ma da oltre sei mesi è piantonato in ospedale e le sue condizioni sono gravissime. Per questo motivo, un 46enne ha chiesto e ottenuto l'eutanasia: accade in Spagna.

Leggi anche > Stefano Gheller, malato di distrofia muscolare, chiede il suicidio assistito: «Voglio avere il diritto di morire»

L'uomo, ex guardia giurata, si trova sotto custodia cautelare preventiva, ma piantonato in una clinica specializzata di Terrassa, in Catalogna. M.E.S., 46 anni, nel dicembre dell'anno scorso fece irruzione in un ufficio dell'agenzia di guardie private per cui lavorava, a Tarragona, aprendo fuoco con un fucile e ferendo tre persone. Secondo le indagini svolte sul caso, voleva vendicarsi dei suoi superiori che lo avevano licenziato.

Dopo l'assalto nella sede dell'agenzia, il 46enne si era dato alla fuga a bordo di un'auto, sparando anche ad un poliziotto e asserragliandosi in una casa abbandonata. A quel punto ci fu uno scontro a fuoco con le forze dell'ordine, in cui l'uomo rimase gravemente ferito e fu arrestato. Lo sparo che lo aveva raggiunto gli aveva provocato una lesione al midollo, che lo ha costretto a cure specializzate.

Una lesione così grave e irreparabile che l'uomo ha chiesto l'eutanasia. Una giudice, che ha analizzato il caso, ha deciso che la pratica dell'eutanasia non può essere sospesa in quanto si tratta di un diritto fondamentale rispetto al quale il tribunale interpellato non ha facoltà decisionale. In Spagna, il diritto a una morte dignitosa è riconosciuto da una legge approvata ed entrata in vigore lo scorso anno. 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 7 Luglio 2022, 18:55
© RIPRODUZIONE RISERVATA