Coronavirus, 80enne viola la quarantena per portare droga alla nipote e insulta gli agenti: denunciata
di Enrico Chillè

Coronavirus, 80enne viola la quarantena per portare droga alla nipote e insulta gli agenti: denunciata

Coronavirus, tre denunce in un colpo solo per una donna di 80 anni: una vicenda incredibile per un'anziana che aveva violato le norme sulla quarantena ed era stata fermata in strada da alcuni poliziotti. Sottoposta ad una perquisizione, la donna è stata trovata in possesso di stupefacenti ed ha insultato gli agenti che l'avevano fermata.

Leggi anche > Coronavirus in Spagna, donna incinta positiva muore durante il parto: deceduto anche il neonato​



L'incredibile vicenda è avvenuta la settimana scorsa a Villafranca (Navarra), in Spagna. Come riporta El Mundo, l'80enne stava camminando in strada senza una reale esigenza e per questo motivo era stata fermata dalla polizia. L'anziana, trovata in possesso di tre dosi di anfetamina, si era giustificata così: «Sto portando lo speed a mia nipote». Gli agenti avevano quindi provveduto a sequestrare la droga e a redarre due diversi verbali di denuncia: uno per la violazione della quarantena, l'altro per il possesso di stupefacenti.

Come se non bastasse, l'anziana a quel punto aveva iniziato ad inveire contro gli agenti, alzandosi la gonna e urlando: «Provate a controllare anche qui!». A quel punto è scattata una terza denuncia, per insulti a pubblico ufficiale e atti osceni in luogo pubblico. Questa bizzarra vicenda non è però un caso isolato nel paese iberico, come dimostrano i dati diffusi dalla polizia spagnola e riportati da El Pais. In una Spagna che conta più di 94mila casi di contagio e oltre 8100 decessi dall'inizio dell'emergenza, sono state tantissime le violazioni della quarantena, che hanno portato a più di 180mila denunce o multe e a 1534 arresti in tutto il paese.
Ultimo aggiornamento: Martedì 31 Marzo 2020, 13:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA