Freddo al Sud, imbiancata la cima del Vesuvio

Video

Maltempo in Italia. Quali sono le previsioni per i prossimi giorni sulla penisola italiana? Secondo 3B Meteo, da Nord al Sud passando per il Centro: allerta meteo e neve in arrivo. Piogge moderate in tutta Italia ma si incominciano ad intravedere i primi fiocchi di neve. Cresce l'attesa per gli italiani che vogliono tornare sulle piste da sci.

Vesuvio innevato e temperature in calo nel Napoletano

La cima del Vesuvio imbiancata dalla neve e le temperature in deciso calo. È ciò che hanno trovato al loro risveglio i napoletani, e con loro i residenti dei comuni alle pendici del vulcano, come conseguenza del brusco calo delle temperature. Allo stato cielo sereno a rendere ancora più suggestiva la vista del Vesuvio formato cartolina, ma le previsioni per le prossime ore sulla Campania sono all'insegna del maltempo. Ieri la Protezione Civile regionale ha emanato un nuovo avviso di allerta meteo di colore arancione con validità a partire dalle 12 di oggi fino alle 8 di sabato con possibili mareggiate lungo le coste e neve sopra i 400 metri. Nella notte - infine - pioggia battente sul capoluogo partenopeo con numerose squadre di vigili del fuoco impegnate, anche in queste prime ore della mattina, soprattutto nel centro storico e a ridosso di Corso Garibaldi. Interventi legati perlopiù alla caduta di intonaci e calcinacci dai cornicioni per fortuna senza gravi conseguenze per le persone.

Prof rimprovera gli studenti: «Non si fuma in classe». Aggredito a scuola, ha un malore e finisce in ospedale

Sardegna spaccata in due per la neve e scuole chiuse

Il Nuorese si è svegliato sotto la neve e sono tanti i paesi he hanno chiuso le scuole, tra questi Fonni, Desulo, Gavoi, Ollolai, Bitti, Lanusei e Villagrande. E ci sono anche le prime difficoltà nelle strade: sulla Carlo Felice al Km 140 nel territorio di Macomer strada chiusa in direzione nord a causa della neve e del ghiaccio, praticamente dividendo in due la Sardegna. Le pattuglie della polizia stradale di Nuoro al comando del dirigente Leo Testa sono in azione per regolare il traffico e sono dislocate in tutti i punti più critici, come sulla statale 389 Nuoro- Lanusei, dove ci sono grossi problemi di circolazione e rallentamenti. Già da questa mattina sono in funzione gli spazzaneve. I fiocchi bianchi sono scesi già a bassa quota sopra i 500 metri in tutta la parte centrale della Sardegna e secondo i meteorologi dell'Aeronautica militare di Decimomannu, continueranno a scendere per tutta la giornata di oggi e fino a domani mattina, mentre sabato le nevicate interesseranno solo le vette sopra i 1000 metri mille metri. La parte orientale e sud occidentale della Sardegna è sferzata anche dal maestrale che soffia tra gli 80 e i 80 Km all'ora, mentre nelle altre zone della Sardegna soffia intorno ai 60 km orari. 

Il meteo
Un profondo vortice si colloca questa mattina sulla Sardegna e si sposterà in giornata verso il Sud peninsulare, alimentato da correnti fredde provenienti dalle latitudini polari. Intorno ad esso ruota l'ennesima perturbazione della serie che dalle prime ore della giornata sta transitando in Sardegna portando condizioni di forte maltempo con nevicate diffuse. Una vecchia perturbazione ha abbandonato l'Italia nella notte e si è portata verso i Balcani, ma con il suo ramo settentrionale impegna ancora parte del Nordest. Un residuo flusso nordoccidentale soffia sul basso Adriatico determinando ancora una certa variabilità su Campania, Calabria tirrenica e Sicilia, con neve a quote poco più che collinari.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 20 Gennaio 2023, 14:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA