A Piediluco scritte contro la municipale
per le automobili contravvenzionate
all'interno della zona Ztl

A Piediluco scritte contro la municipale per le automobili contravvenzionate all'interno della zona Ztl

di Umberto Giangiuli

Piediluco di nuovo al centro dell’attenzione per l’ennesima bravata. Scritte a pennarello per tutta la lunghezza dei cartelloni dove andranno affissi i manifesti per la campagna  referendaria e politica del mese di giugno. Inequivocabile a chi sono diretti gli insulti (si legge chiaramente nella foto). Quei pannelli imbrattati sono stati rimossi e sostituiti con un altri nuovi, ma rimane quel brutto gesto di inciviltà di coloro che hanno commesso l’atto vandalico. Con molta probabilità a scatenare l’ira degli imbrattatori è stato il controllo delle polizia municipale che la settimana scorsa è intervenuta a tappeto per un controllo delle auto in sosta, anche per verificare se avessero il permesso che permette loro di accedere nella zona a traffico limitato che, lo ricordiamo, comincia alle 14 di sabato  pre-festivi, per terminare alle 24 di domenica, come pure il senso unico di marcia. I vigili nell’occasione hanno rilevato decine di automobilisti che non dovevano sostare all’interno delle Ztl poiché privi di permesso oppure non esposto. Da qui decine di contravvenzioni che, probabilmente, hanno scatenato la rabbia di chi si è visto multare. Immediata la presa di posizione dell’assessora  al traffico del comune di Terni  Giovanna Scarcia: «Esprimo vicinanza e solidarietà al corpo della Polizia Locale, destinatario di ignobili espressioni comparse su alcuni tabelloni elettorali a Piediluco. Non ne riprendo foto, volutamente, per non alimentare una sterile, quanto immeritata, risonanza mediatica ed evitare il rischio emulazione.  Al contrario, dovere della politica è spegnere la campagna di odio e disprezzo verso l'operato di chi svolge il proprio lavoro con impegno ed abnegazione. Invito, quindi, tutti ad evitare di strumentalizzare, ai fini politici, l'operato meritorio degli agenti del corpo della Polizia locale che svolgono, con umiltà, il loro dovere». A stemperare gli animi l'ex presidente di circoscrizione Sandro Piccinini , il quale sostiene che in questo momento non serve esasperare gli animi, nè organizzare raid, serve serenità per affrontare tutti i problemi del paese.  

 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 19 Maggio 2022, 10:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA