Rieti cuore piccante: il festival del peperoncino più hot dell'estate

Rieti cuore piccante: il festival del peperoncino più hot dell'estate

Oltre 100 stand e 800 varietà provenienti da tutto il Mondo. D’altronde siamo nella città italiana che custodisce la più grande coltivazione di peperoncini in Europa. Che non è in Calabria, come si potrebbe pensare, bensì a Rieti, nel cuore del centro Italia. Un cuore che tornerà a battere forte fino al 2 settembre per la manifestazione più “hot” dell’estate. Giunta all’ottava edizione, “Rieti Cuore Piccante” tornerà a fondere sapientemente cultura, tradizione e gastronomia: tre elementi che avranno un unico comun denominatore, il peperoncino.
 
 


Nel capoluogo di provincia laziale, ogni sera sono in programma show cooking a tema e sarà possibile visitare il Campo-catalogo al Centro sperimentale Carlo Jucci, ammirando centinaia di varietà diverse di peperoncino provenienti da tutto il Pianeta. Insieme al sapore forte che contraddistingue l’amatissima spezia, il programma prevede anche mostre fotografiche e di pittura, kermesse artistico-letterarie, lezioni di fitness, spettacoli musicali, giochi della tradizione popolare e intrattenimenti per bambini. E a proposito di bambini, quest’anno “Rieti Cuore Piccante” sarà ancora più a misura di famiglia: tra un assaggio e l’altro, le mamme potranno allattare i più piccoli sostando in apposite aree allestite tra gli stand. 

A disposizione dei visitatori ci sarà anche una navetta gratuita che partirà dalla stazione ferroviaria. L’evento proporrà ogni pomeriggio visite guidate alla scoperta della città e di Rieti Sotterranea, con i resti del viadotto romano costruito nel III secolo a.C. che, superando il fiume Velino, permetteva alla via Salaria di raggiungere la città evitando allagamenti. Si potrà così scoprire che il capoluogo laziale - che sorge alle pendici del Terminillo nel cuore della “Valle Santa” - è anche un centro ricchissimo di storia, dalle origini ancora più antiche di quelle di Roma; al suo interno meritano una visita la Cattedrale, la Basilica di Sant’Agostino, la Chiesa di San Francesco, il palazzo Vescovile e quello comunale, il rinascimentale Palazzo Vicentini e i resti del ponte romano. Nei dintorni di Rieti si possono visitare, seguendo il Cammino di Francesco, anche i quattro Santuari fondati dal frate di Assisi, quello di Fonte Colombo, della Foresta, di Greccio e di Poggio Bustone.
Domenica 2 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 13:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME