Roma, Mourinho e la “strana finale” contro lo Zorya. Zaniolo dall'inizio
di Francesco Balzani

Roma, Mourinho e la “strana finale” contro lo Zorya. Zaniolo dall'inizio

Doveva e poteva essere quasi un'amichevole, sarà una partita da dentro o fuori (o quasi). Stasera all'Olimpico la Roma affronta i modesti ucraini dello Zorya, sconfitti all'andata per 3-0, e deve vincere per ipotecare il passaggio del girone di Conference complicato dalla figuraccia col Bodo. E' come una finale. Se vinciamo siamo dentro, se perdiamo siamo fuori. Se pareggiamo ci giochiamo tutto nell'ultimo turno. Sappiamo che andare avanti vorrebbe dire avere delle difficoltà nel gestire due competizioni, ma è un problema che vogliamo avere, ha sentenziato Mou.

 

Sarri, doppio assalto: alla Lokomotiv in Europa League e all'Assocalciatori

 

Lo Special One ringrazia la difesa a 3 ma è pronto a cambiare di nuovo: Senza tutti i terzini sinistri ci siamo dovuti adattare Ma la rosa non è stata costruita per giocare a tre. È un'opzione che dobbiamo sempre tenere pronta, ma prima possibile torneremo a 4. Tutto dipenderà dalle condizioni di Vina. Di sicuro ci saranno Zaniolo e Abraham: Non mi aspetto nulla di particolare da Nicolò, mi aspetto atteggiamento di squadra come visto a Genova. Sono felice di Tammy, ha imparato ad avere un'altra dimensione come giocatore di squadra. I gol arriveranno. Titolare anche Veretout, squalificato in campionato:.Rinnovo? Sono romanista, voglio restare e vincere, ha sorriso il francese.
Probabile formazione: Rui Patricio; Ibanez, Smalling, Mancini, Vina; Veretout, Darboe; Zaniolo, Mkhitaryan, El Shaarawy; Abraham.


Ultimo aggiornamento: Giovedì 25 Novembre 2021, 09:28

© RIPRODUZIONE RISERVATA