Milan-Roma, pagelle: Dzeko in ombra, Pellegrini dura un tempo. Mirante eroe e innocente
di Alessandro Angeloni

Milan-Roma, pagelle: Dzeko in ombra, Pellegrini dura un tempo. Mirante eroe e innocente

MIRANTE 6
I compagni lo mettono a dura prova, con retropassaggi discutibili. Un suo dribbling in area (quasi sulla linea della porta) è infatti da brividi, come una uscita alta (e tardiva) su Calhanoglu. Decisivo, sempre sul turco-tedesco, e su Paquetà a metà ripresa. Poi viene fulminato da Rebic (al secondo tentativo) e da un rigore. La Roma perde ma non ha colpe.
ZAPPACOSTA 4,5
Prova ad attaccare le spalle di  Theo, gli riesce qualche buon cross nel primo tempo. Crolla nella ripresa: avvia con un passaggio maldestro, il contropiede che porta al vantaggio di Rebic. Appannato.
SMALLING 4,5
Si perde nel finale, lasciando “vuota” l’area sul gol di Rebic e con quel fallo ingenuo su Theo.
MANCINI 5,5
Rientrava dopo un infortunio. Regge un tempo, poi molla anche lui come tutti gli altri. Arranca.
SPINAZZOLA 5
Crea buone occasioni in duetto con Kluivert, soffre un po’ quando deve rincorrere. Un retropassaggio verso Mirante rischia di trasformarsi in un assist al bacio per Rebic. 
CRISTANTE 5
Cerca di dare la solita sostanza, ma gli avversari corrono di più. E correre è un conto, rincorrere sempre, un altro.
VERETOUT 5,5
Sembra tenere fisicamente, più degli altri. Col passare dei minuti, pure lui perde lucidità e va in bambola. Becca un giallo che gli farà saltare la prossima.
MKHITARYAN 5,5
Non è un uomo di fascia, gioca spesso nel mezzo e dai suoi piedi partono verticalizzazioni interessanti. Fornisce idee, non sempre seguite dai compagni. Efficace, ma per poco tempo.
PELLEGRINI 5
Non è nelle migliori condizioni e affoga spesso nel pressing di Bennacer e Kessie. Prova qualche giocata di fino, ma senza troppa fortuna. Il caldo non lo aiuta, sparisce presto. E non lo vedremo contro l’Udinese perché squalificato dopo l’ultimo giallo.
KLUIVERT 5,5
Bravo in versione assist (per Dzeko), più irritante quando si intestardisce a giocare da solo. 
DZEKO 5
Il colpo di testa strozzato davanti a Donnarumma è un gol mangiato. Ed è l’unica giocata del pomeriggio. Distrutto, e solo.
CARLES PEREZ 5
Servivano brillantezza, l’uno contro uno,  cambi di passo: tutto rimasto in panchina. 
KALINIC 5
Non la vede mai.
PEROTTI 5
Tenta qualche improbabile giocata. 
DIAWARA 4,5 
Concorso di colpa con Smalling sul rigore su Theo.
PASTORE 4,5
Andamento lentissimo.
FONSECA 5
Prova a dare freschezza con i cambi iniziali e quelli in corsa. Ma la Roma dura una mezz’ora scarsa. Champions, ciao. 
GIACOMELLI 6
Non va incontro a disastri.
Ultimo aggiornamento: Lunedì 29 Giugno 2020, 11:32

© RIPRODUZIONE RISERVATA