Le pagelle di Lazio-Genoa 4-3: Luis Alberto imprendibile, Correa non si ferma più
di Enrico Sarzanini

Le pagelle di Lazio-Genoa 4-3: Luis Alberto imprendibile, Correa non si ferma più

A parte qualche amnesia nel finale (con thrilling da 4-1 a 4-3) la Lazio continua a volare e  far paura alle prime della classifica, nella corsa Champions quando mancano 4 giornate alla fine.

 

REINA 6
spettatore non pagante nel finale è bravo a togliere la palla dal sette su una fucilata di Strootman, ma nella rioresa è da riveder sia sul 2-1 che sul 4-3 di Shomurodov.
MARUSIC 6
Molle sulla rete del 2-1 ma anche oggi fa un gran lavoro in un ruolo che non è certamente il suo. Un paio di buone ripartenze.
HOEDT 6
Sarà perché forse aveva gli occhi di tutti addosso ,a c'è da dire che soprattutto sulle tante palle alte del Genoa risponde sempre presente.
RADU 6,5 
Senza Acerbi è lui il cardine della difesa un ruolo che gli si addice. Quando la Lazio soffre c'è sempre il suo piedone a dire di no.
LAZZARI 6,5
Lotta come un leone soprattutto nel finl quando la paura inizia prendere il sopravvento su numerosi suoi compagni di squadra. 
MILINKOVIC 7 
Giornata da incorniciare per il serbo vero e proprio giocatre a tutto campo. Tenta il jolly con un tiro dai 30 metri che Perin neutralizza un angolo.(37' st Akpa Akpro sv).
LEIVA 6,5 
Disegna tutte le geometrie del campo, pronto a fallo tattico quando ce n'è bisogno, leccaro che uno gli costi anche3 il giallo (12' st Cataldi 5: regala il rigore al Genoa).
LUIS ALBERTO 7,5
E' una di quelle giornate in cui diventa imprendibile: preciso nell'imbeccare Immobile in occasione del calcio di rigore. Poi pennella il 3-1. (37' st Parolo sv).
LULIC 5,5
Inizia a sentire la fatica delle tante gare giocate di seguito, è meno lucido del solito e sul 2-1 si fa saltare troppo facilmente da Ghiglione. (22' st Fares 6: ha una voglia matta).
CORREA 7,5 
Doppietta personale quinta rete in quattro gare: prima sfrutta al meglio un rimpallo in area poi infila Perin con una palla da biliardo. (37' st Pereira 6:).
IMMOBILE 6,5
Ingaggia una sfida con Perin che in 20' gli nega per ben due volte la gioia del gol che arriva sul finire del primo tempo dagli undici metri.
INZAGHI 6,5
Non molla nella corsa al quarto posto peccato per quel calo mentale ma l'aveva impostata alla perfezione.


Ultimo aggiornamento: Domenica 2 Maggio 2021, 15:23

© RIPRODUZIONE RISERVATA