Juventus Women, un post scatena le accuse di razzismo. E il club si scusa: «Noi sempre contro la discriminazione»

Juventus Women, una giocatrice "fa la cinese" e scatena le accuse di razzismo. Il club si scusa: «Noi sempre contro la discriminazione»

Un tweet infelice pubblicato sull'account della Juventus Women ha scatenato una bufera internazionald sul club bianconero accusato di razzismo e costretto, nel giro di poco, a cancellare il post in questione e a pubblicare le scuse immediate. Ma cosa è successo?

 

In una foto Cecilia Salvai, colonna delle Juventus e della Nazionale femminile, allungava la forma degli occhi con le dita per mimare gli occhi a mandorla. Sulla testa la giocatrice aveve attrezzo da allenamento utilizzato su tutti i campi di calcio chiamato "cinesino". Un'immagine – accompagnata da emoji divertiti – che voleva risultare simpatica ma che nel giro di poco è stata bersagliata da critiche e commenti negativi da parte migliaia di persone indignate, prevalentemente straniere, a cominciare da TMZ, popolare e seguitissimo sito di gossip internazionale: « "Juventus FC Women ha twittato un'immagine incredibilmente razzista di una giocatrice che indossa un cono in testa, e fa un gesto selvaggiamente razzista», ha cinguettato la testata.

 

 

L'episodio, che ricorda quello capitato qualche tempo da Michelle Hunziker a "Striscia la notizia", ha visto la Juventus chiedere scusa nel giro di pochi minuti pubblicando un nuovo tweet, questa volta per rimediare al passo falso precendente.

 

 

«Ci scusiamo sinceramente per il fatto che il nostro tweet, che non doveva causare polemiche o avere sfumature razziali, possa aver offeso qualcuno. La Juventus è sempre stata contro il razzismo e le discriminazioni». Il tweet bianconero


Ultimo aggiornamento: Venerdì 6 Agosto 2021, 08:21

© RIPRODUZIONE RISERVATA