Inter, pagate a caro prezzo le assenze di Lukaku e Hakimi

Inter, pagate a caro prezzo le assenze di Lukaku e Hakimi

di Salvatore Riggio

L’Inter paga a caro prezzo le assenze di Lukaku e Hakimi (entrambi squalificati) e perde contro la Juventus a San Siro. Non sarà facile adesso, il 9 febbraio nel ritorno a San Siro, ribaltare il risultato e guadagnarsi un posto in finale. A essere decisivo è Cristiano Ronaldo (762 gol, il Real si complimenta con lui) che in una sola notte si prende una bella rivincita. Così come Andrea Pirlo, che batte il suo maestro, Antonio Conte. Ora il parziale tra i due è 1-1 in attesa delle altre due gare stagionali tra Coppa Italia e campionato. Per i bianconeri, comunque, non inizia bene la partita. Buffon combina un mezzo pasticcio sul vantaggio di Lautaro Martinez. Perché l’altra metà del guaio è tutta di de Ligt, che si fa anticipare dall’argentino su un cross di Barella. Sembra l’inizio di un’altra grande gara dei nerazzurri, ma in realtà la squadra di Conte affonda al primo tentativo della Juventus. Young atterra in area Cuadrado, Calvarese va al Var e fischia il rigore. Dal dischetto Cristiano Ronaldo non sbaglia. Appena 9’ dopo, il portoghese approfitta di un bruttissimo errore di Bastoni con Handanovic che si fa sorprendere lasciando sguarnita la porta. Un duro colpo per i nerazzurri, che nella ripresa vanno vicini al pari con Sanchez (salvataggio sulla linea di Demiral) e Darmian (parata di Buffon).


Ultimo aggiornamento: Giovedì 4 Febbraio 2021, 16:45

© RIPRODUZIONE RISERVATA