L'Entella vince ai rigori contro il Genoa, agli ottavi incontrerà la Roma
di Vanni Zagnoli

L'Entella vince ai rigori contro il Genoa, agli ottavi incontrerà la Roma

Festeggia l’Entella, come se fosse stata ripescata. Vince a Marassi ai rigori, 9-10 e affronterà la Roma all’Olimpico. Ha strameritato, come avrebbe meritato di essere ancora in serie B, con il bilancio a posto, nonostante fosse già stata ripescata dopo il playout perso a Modena.
A Chiavari si consolano con la coppa Italia, fa bene al calcio una squadra di serie C agli ottavi, è l’unica sorpresa del quarto turno di coppa Italia, l’unica di categoria inferiore che abbia sovvertito il fattore campo favorevole ai più forti, che peraltro impiegano riserve.
A Marassi finisce 3-3, sul campo, con l’inseguimento della squadra di Juric, riconfermato dalla squadra, più che dal presidente Preziosi, che ha sbagliato a rinunciare a Ballardini, dopo le salvezze firmate con i rossoblù. 
La formazione di Chiavari è due categorie sotto, eppure si lascia preferire, al punto che i tifosi di casa contestano. al contrario del Catania a Reggio con il Sassuolo e del Crotone a Bologna, avanzerà la creatura di Boscaglia. Al 20’, con Simone Icardi, pareggia 7’ più tardi Piatek, su rigore, procurato. Il vantaggio biancazzurro è a 7’ dalla fine, di nuovo con l’altro Icardi, il pari di Piatek dal dischetto al 41’ (meno evidente degli altri tre rigori), della ripresa. Sembra fatta con il terzo penalty per il Genoa, record, trasformato da Lapadula, con pareggio allo scadere di Adorjan, su errore difensivo rossoblù. Palo e traversa, per Piatek.
La sequenza dei rigori. Mota (E) gol, Bessa altissimo; Nizzetto e Veloso gol; Baroni parato, Sandro gol; Belli e Biraschi gol; Paolucci e Piatek gol; Di Paola e Zukanovic gol; Icardi e Romulo gol; Adorjan gol, Lapadula parato. Da Paroni. Eroe del presidente Gozzi. Che voleva Cassano e persino la serie A. In attesa di risalire in cadetteria, si godrà la Roma.


 
Ultimo aggiornamento: 21:28


© RIPRODUZIONE RISERVATA