Allegri: «Il campionato non finiva oggi».
Spalletti: «C'è stata troppa leggerenza»

Allegri: «Il campionato non finiva oggi».
Spalletti: «C'è stata troppa leggerenza»

«Il campionato non finiva oggi e non dovevamo perdere questa partita. L'Inter ci ha messo in difficoltà nel primo tempo, creando alcune situazioni pericolose su palle perse nostre. Nella ripresa la squadra è stata più concreta, ordinata e compatta, ha concesso molto poco e ha trovato il gol». Così l'allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, dopo la vittoria sui nerazzurri. «L'Inter è stata ottima e l'unico modo di batterla era giocare con intelligenza e testa - ha proseguito l'allenatore ai microfoni di Sky Sport -. Nella ripresa ho messo Mandukic a sinistra, Dybala ha giocato meglio. Cancelo ha fatto una buona partita, il croato ha segnato, Ronaldo ha lavorato molto. Vincere stasera era davvero importante e i ragazzi hanno fatto una bella partita».

«Abbiamo giocato abbastanza bene ma non siamo stati costanti. Ci sono situazioni in cui le interpretazioni sono state sbagliate, c'è stata leggerezza, mentre la Juventus non ha sbagliato nulla. Abbiamo concesso troppi palloni in uscita mentre eravamo in possesso e queste cose fanno la differenza». Così il tecnico dell'Inter, Luciano Spalletti, dopo la sconfitta allo Stadium. «A volte abbiamo fatto bene, più del previsto, e questo è un buon segno, ma poi alcune letture individuali sono state approssimative - ha detto ancora ai microfoni di Sky Sport -. Prima del gol stavo chiamando Joao Mario perché non si era allineato alla linea difensiva. Non bisogna mai abbassare l'attenzione perché se diventi più leggero poi non recuperi più la situazione».

Ultimo aggiornamento: 23:31


© RIPRODUZIONE RISERVATA