Rudy Gobert ha il coronavirus, sospesa la NBA. Pochi giorni fa aveva “scherzato” toccando tutti i microfoni VIDEO

Rudy Gobert ha il coronavirus, sospesa la NBA. Pochi giorni fa aveva “scherzato” toccando tutti i microfoni VIDEO

Nell'arco di poche ore il coronavirus diventa un'emergenza mondiale, e lo sport stavolta si ferma davvero: la regular season della NBA, il maggior campionato professionistico al mondo di pallacanestro, si ferma dopo che è emersa la notizia della positività di Rudy Gobert, atleta francese degli Utah Jazz. Dopo il primo caso nella Serie A di calcio con Daniele Rugani, arriva dunque il primo contagiato nella NBA.

Leggi anche > Rugani positivo al Covid19, è il primo caso in Serie A

Poche ore prima i Golden State Warriors avevano deciso di chiudere al pubblico l'arena di San Francisco per la sfida contro i Brooklyn Nets che doveva disputarsi nella notte tra oggi e domani: una decisione che è però diventata subito obsoleta davanti alla sospensione del campionato. Lo stesso Gobert tra l'altro pochi giorni fa, durante una conferenza stampa, aveva scherzato sul coronavirus toccando tutti i microfoni dei giornalisti: la paura adesso è che possa aver contagiato decine di persone per colpa di una burla decisamente fuori luogo.
«L'Nba annuncia che un giocatore degli Utah Jazz è risultato positivo in modo preliminare al COVID-19. Il risultato del test è stato rivelato poco prima della palla a due tra Oklahoma City e Utah Jazz, alla Chesapeake Arena - ha comunicato la NBA in una nota - A quel punto, la gara è stata cancellata. Il giocatore affetto dalla patologia non era nell'Arena. L'NBA sospende la stagione a conclusione delle partite della notte in calendario sino ad ulteriore aggiornamento. L'NBA utilizzerà questa pausa per valutare i prossimi passi da intraprendere in relazione alla pandemia Coronavirus». 

 
Ultimo aggiornamento: Giovedì 12 Marzo 2020, 09:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA