Leandro Lo morto a 33 anni: l'otto volte campione del mondo ucciso con un colpo di pistola alla testa

La leggenda del ju-jitsu avrebbe sedato una rissa immobilizzando l'aggressore ma, una volta separati, l'uomo avrebbe esploso un colpo a bruciapelo

Leandro Lo morto a 33 anni: l'otto volte campione del mondo ucciso con un colpo di pistola alla testa

Leandro Lo era una vera e propria star nel suo Paese. Dopo aver vinto per otto volte il titolo mondiale di ju-jitsu, in Brasile aveva milioni di fan, ma domenica 7 agosto è stato ucciso. La leggenda dello sport da combattimento è morto per un colpo di pistola sparato a bruciapelo. 

Leggi anche > Vacanza alle Bahamas da incubo, bambino di 8 anni attaccato da tre squali: «Una scena da film»

La vicenda

Leandro Jo si trovava a un concerto quando un uomo si è avvicinato al suo tavolo afferrando una bottiglia e iniziando a provocarli. L'assassino, che si è poi presentato volontariamente alla stazione di polizia, è un agente che ha assistito al concerto in borghese nel suo giorno libero. L'omicidio è avvenuto nella notte tra sabato 6 e domenica 7 agosto, al Clube Sirio, una società sportiva di San Paolo. Secondo quanto rilasciato dall'avvocato di famiglia di Leandro Lo, un individuo si è avvicinato al tavolo dove si trovava con gli amici, ha afferrato una bottiglia e ha cominciato a provocarli. Il campione di ju-jitsu lo ha quindi placcato a terra e lo ha immobilizzato per evitare una rissa. Ma la reazione dell'agente è stata imprevedibile.

 

Un colpo alla testa


I due uomini sono stati poi separati, ma l'aggressore, dopo essersi allontanato di pochi passi, «di colpo si è voltato, ha preso una pistola e ha sparato a Leandro», ha dichiarato l'avvocato del campione. Uno degli amici della vittima, presente sul posto, ha confermato la vicenda, dichiarando: «È stato un colpo alla testa a bruciapelo». Per Leandro Lo non c'è stato niente da fare, è morto sul colpo. La tragedia che ha colpito leggenda del ju-jitsu sta commuovendo il Brasile. Leandro Lo, 33 anni, è stato il detentore di otto titoli mondiali della International Brazilian Jiu-Jitsu Federation (IBJJF), vinti tra il 2012 e il 2022, in cinque diverse categorie di peso, un record assoluto in questa disciplina. Secondo la stampa locale, l'assassino è un poliziotto di 30 anni, anche lui praticante di ju-jitsu.


Ultimo aggiornamento: Martedì 9 Agosto 2022, 13:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA