Hana Mazi Jamnik, la tragedia in Norvegia: la promessa dello sci di fondo morta a 19 anni investita da un furgone

La polizia norvegese sta indagando sull'autista del mezzo, a cui è stata tolta la patente

Hana Mazi Jamnik, la promessa dello sci di fondo morta a 19 anni investita da un furgone

Hana Mazi Jamnik è morta a soli 19 anni, per un incidente con un furgone mentre si allenava in Norvegia. La tragica notizia ha scosso il mondo dello sport. L'atleta slovena era una promessa dello sci di fondo, campionessa mondiale juniores e parte della squadra nazionale. «Le nostre più sincere condoglianze alla famiglia. Hana, sarai sempre nei nostri pensieri. Ci mancherai», ha scritto in una nota la Federazione sciistica slovena.

Claudio Garella morto, lo storico portiere campione d'Italia con Verona e Napoli: aveva 67 anni

Alex e Corinna cadono nel dirupo con la moto: la tragedia dei due fidanzati di Bolzano, avevano 22 e 24 anni

 

L'incidente, cosa è successo

Lo scontro che è costato la vita ad Hana è avvenuto giovedì 11 agosto. La ragazza, in Norvegia insieme alla squadra nazionale slovena, si stava allenando sugli skiroll a Jorpeland, quando è stata investiva da un furgone. Un impatto che non le ha lasciato scampo. Il conducente che l'ha investita in un tunnel, secondo la polizia norvegese, sarebbe ora accusato di aver violato la sezione tre della legge sulla circolazione stradale, che riguarda l'attenzione al traffico.

«Abbiamo il guidatore e il veicolo sotto controllo. Gli abbiamo ritirato la patente e l'abbiamo messo in stato di accusa. Gli abbiamo anche prelevato un campione di sangue per determinare se guidava in stato di ebbrezza», ha detto un rappresentante della polizia. La sciatrice è stata portata in elicottero in un ospedale di Stavanger, ma i medici non sono riusciti a salvarle la vita.

 

Una promessa dello sport

Nel messaggio d'addio, la federazione slovena ha ricordati i successi di Hana Mazi Jamnik. Tanti, nonostante la giovane età: «Hana Mazi Jamnik si è esibita con successo al festival Blink in Norvegia la scorsa settimana e, prima del Campionato del Mondo di casa, a Planica, è stata inclusa per la prima volta nella squadra nazionale slovena A. La 19enne ha vinto lo scorso anno il titolo di campionessa mondiale juniores nella 10 chilometri a tecnica libera ed è arrivata seconda sulla distanza di 13 chilometri nel passo classico», si legge.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 12 Agosto 2022, 14:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA