Denise Pipitone, Milo Infante a Ore 14 smentisce la pm Angioni: «Ecco chi è la ragazza della foto». Inviato aggredito a Mazara

Video

Una ragazza che potrebbe rispondere all'identikit di Denise Pipitone: stessa età, grande somiglianza. Tanto da far dichiarare alla pm Maria Angioni, che si è occupata del caso di Denise Pipitone dal 2004 al 2005, che potrebbe trattarsi proprio della bambina scomparsa da Mazara del Vallo: «La ragazza non è in Italia, è una persona benestante e con diverse sedi, si sposta. Che età ha? Quella compatibile con Denise Pipitone. Non ha idea di essere stata rapita. Ho visto le foto, o è lei o è una sorella gemella, sono davvero simili. Ho diverse foto di questa ragazza a mia disposizione». Una rivelazione che ha scatenato grande clamore, ma alla quale ha risposto Milo Infante, il conduttore di Ore 14, spegnendo ogni speranza di ritrovare in quella donna la scomparsa Denise.

 

Denise Pipitone, nuove foto con "marito e figlia". La guardia giurata: «Mariana doveva essere più riservata»

 

 

 

Troupe di Ore 14 aggredita

 

Durante le ricerche per la verità sul caso Pipitone, un inviato del programma di Rai2 - comunica lo stesso Milo Infante, è stato aggredito. «Cercare la verità su Denise a Mazara può essere pericoloso. Aggredito l’inviato di Ore 14. Solidarietà e affetto al nostro Fadi. Ore 14 Rai2 è anche questo. Cercare in strada le notizie e ottenere botte e minacce. Questo signore sarà denunciato anche se dice che non ha nulla da perdere.
Sempre grazie invece a Mazara del Vallo e ai suoi fantastici abitanti che ci hanno accolto con affetto e disponibilità».

 

 

Milo Infante: ecco chi è la ragazza della foto


«Lo so che la verità a volte è meno bella della fantasia» - scrive Infante in un post su Facebook - Ma quella che oggi qualcuno vorrebbe fosse Denise, in realtà è una ragazza tunisina di 26 anni, nata a Mazara, cugina dell'ex compagno di Jessica Pulizzi e padre della sua bambina. Oggi vive a Nizza col marito e la figlia. Peraltro anche lei nata a Mazara. Ore 14 ha intervistato una sua amica, che la conosce da 11 anni. Per avere questo riscontro a noi sono bastati 20 minuti. Questo lo facciamo per Piera Maggio e Pietro Pulizzi».

 

 

Video

 

Denise Pipitone, l'avvocato di Piera Maggio: serve cautela

 

«Invito tutti, magistrati, giornalisti, avvocati, che intervengono ad avere la massima cautela nell'esprimere ogni singola sillaba che riguardi il caso di Denise Pipitone, perché questo fa male all'indagine in corso. Non comprendo il motivo nel dare questi dettagli. Ringraziamo per l'attenzione riservata a questa vicenda ma invito chi ha informazioni a non rivelarle in questo modo in tv perché si crea un clamore che è una bolla mediatica e, in quanto tale, fa solamente del male». A dirlo dopo la rivelazione alla trasmissione di Rai1 'Storie Italianè dell'ex pm, Maria Angioni, secondo la quale Denise Pipitone, sparita il primo settembre del 2004 da Mazara del Vallo sarebbe viva e avrebbe anche una figlia, è Giacomo Frazzitta, l'avvocato di Piera Maggio, madre di Denise. «Io non ho ancora ricevuto nulla dalla dottoressa Angioni - ha detto a Sicilia24Ore il legale -, penso sia corretto che un magistrato che ha informazioni le invii alla Procura e non a un avvocato. In ogni caso non ho ricevuto nulla, se ha mandato i documenti per WhatsApp li avrò persi perché ricevo migliaia di messaggi, anche di solidarietà». Ma Frazzitta ha tenuto a precisare anche un altro aspetto. «Se la fonte fosse un ex detenuto di origine magrebina, devo dire con certezza assoluta che si tratta di un mitomane, che conosciamo da dieci anni e che ogni volta che c'è una sorta di recrudescenza delle notizie su Denise, introduce nuovi elementi. È una persona che non deve essere ascoltata. Invito tutti alla cautela».


Ultimo aggiornamento: Martedì 15 Giugno 2021, 15:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA