Maneskin a Roma, sale l'attesa per il concerto: al Circo Massimo prende forma il palco da record

Maneskin, sale l'attesa per il concerto: al Circo Massimo prende forma il palco da record

di Lorena Loiacono

Il Circo Massimo entra in fibrillazione, mancano poco più di 48 ore all’attesissimo concerto dei Maneskin e Roma è pronta ad accogliere i suoi artisti che, partiti dalla Capitale, stanno conquistando i migliori palcoscenici del mondo. In queste ore i tecnici stanno montando il palcoscenico che, c’è da scommetterci, incanterà il pubblico dei Maneskin. Mentre arrivano anche tutte le altre strutture necessarie per la sicurezza dell’evento, dai bagni chimici alle scalinate per accedere al prato, dalla logistica per i soccorsi fino alle transenne che regoleranno gli accessi al Circo Massimo.

Maneskin a Roma, nessun rinvio del concerto al Circo Massimo. Onorato: «Adotteremo tutte le precauzioni sanitarie necessarie»

Giorgia Soleri ha il Covid, concerto Maneskin a rischio? L'appello dei medici: «Annullatelo»

La prima volta dei Mameskin, evento da record

L’attesa è alle stelle: sabato sera arriveranno qualcosa come 70mila persone per ascoltare la band romana, anche con treni e pullman da tutta Italia, per quello che promette di essere uno degli eventi da record della stagione estiva della Capitale.

L’11 e il 12 giugno scorso, sempre al Circo Massimo, ad infiammare la folla c’era Vasco Rossi: ora la palla o, meglio, il microfono passa ai Maneskin, che tra l’altro hanno già ricevuto diversi endorsement da parte del Blasco. E il successo delle due serate dell’artista di Zocca non può che ripetersi sabato, per la band romana.

 

Attesa alle stelle

Il Concerto dei Maneskin ha subito diversi rinvii, dovuti alla pandemia, ma ora è arrivato il loro momento: si esibiranno davanti a una folla da grandi occasioni in quella che è la loro città.

E Roma non può che abbracciarli, quindi, facendo esplodere la lunga attesa in una serata che si preannuncia indimenticabile.

This is Maneskin…

Il frontman Damiano David, la bassista Victoria de Angelis e Thomas Raggi, il chitarrista, sono di Monteverde. Nati e cresciuti a Roma, anche musicalmente con le prime esibizioni a scuola, ad esclusione di Ethan Torchio, il batterista del gruppo, che viene dalla provincia di Frosinone.

Nessun rinvio del concerto, Onorato: «Rispetteremo le regole»

Il concerto è confermato, dopo le richieste die virologi di rimandarlo per evitare nuovi contagi da Covid, è arrivata la conferma dal Campidoglio sul fatto che il concerto si farà. A ribadirlo è stato l'assessore ai Grandi Eventi, Turismo, Sport e Moda di Roma Capitale Alessandro Onorato: «Non è all’esame alcuna ipotesi di rinvio del concerto dei Maneskin al Colosseo. Si adotteranno tutte le precauzioni e gli accorgimenti che le autorità sanitarie indicheranno e, in collaborazione con gli organizzatori, metteremo in campo le azioni necessarie per farle rispettare. Come spiegato da autorevoli rappresentanti della comunità scientifica e dal Ministero della Salute, ci vogliono regole di buon senso e l’utilizzo volontario della mascherina quando le condizioni di affollamento lo richiedano. Nessuna prescrizione è prevista per eventi all’aperto e a questo ci atterremo, salvo diverse disposizioni del Governo. Trovo però singolare che si stiano generando tutte queste polemiche pretestuose solo sull’appuntamento dei Maneskin a Roma, mentre in tutta Italia e anche all’estero i grandi concerti negli stadi e nelle piazze sono programmati e si svolgono senza troppi timori».

Sileri: «Al concerto andrei con la mascherina»

«Il concerto dei Maneskin? Ci andrei, ma con la mascherina». Lo dice sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri è intervenuto stamattina a «L'Italia s'è desta» su Radio Cusano Campus, e successivamente a «Mattina 24» su Rai News 24. «È evidente - ha aggiunto - che un concerto con migliaia di persone determina un aumento del rischio, vista anche l'ampia circolazione virale di questi giorni. Ma ritengo che oggi le priorità siano altre, soprattutto la protezione delle persone più fragili, alle quali dobbiamo raccomandare con forza l'utilizzo dei dispositivi di protezione e soprattutto il completamento delle quarte dosi, sulle quali purtroppo siamo ancora indietro».

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 8 Luglio 2022, 08:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA