Sanremo è Sanremo (ma non ditelo a Vespa)
di Marco Castoro

Sanremo è Sanremo (ma non ditelo a Vespa)

D’accordo che Sanremo è Sanremo però non ditelo a Vespa. Giovedì sera Amadeus si è impossessato di Rai1 e terminato il Tg1 delle 20 è andato in onda per 4 ore e mezza. Prima con i Soliti Ignoti e poi con la lunga kermesse di Sanremo Giovani, nel corso della quale ha annunciato i 26 big che parteciperanno al Festival di Sanremo 2021. All’una di notte quando la linea è passata a Porta a Porta - con tanto di scuse di Amadeus per il ritardo della lunga diretta - Bruno Vespa non si è trattenuto e ha replicato pungendo a dovere: «Il programma che ci ha preceduto doveva essere di importanza eccezionale per farci andare in onda a quest’ora. Chiedo scusa ai telespettatori e agli ospiti».

Quasi 4 ore di Amadeus in diretta per uno share che ha appena superato il 10%, con la media spettatori inferiore ai 2 milioni. Tradotto in sintesi: un flop per Rai1. Non solo Sanremo Giovani ha perso nei confronti del film di Harry Potter (a quanto pare i giovani preferiscono il maghetto a Sanremo) ma addirittura lo stesso Vespa ha portato a casa uno share migliore di Amadeus (11%).

Cara vecchia seconda serata, quanto ci manchi…   


Ultimo aggiornamento: Domenica 20 Dicembre 2020, 20:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA