Governo Meloni, cosa succederà in Rai? Dai tg agli approfondimenti, tutti gli scenari (e i nomi)

Governo Meloni, cosa succederà in Rai? Dai tg agli approfondimenti, tutti gli scenari (e i nomi)

Governo nuovo, nomine nuove. Alla Rai questo ritornello lo conoscono bene. E tutti si stanno preparando al giro di valzer. Soprattutto ai vertici dei tiggì. In genere premier e governo chiedono due poltrone: quella del capoazienda (l’a.d.) e la direzione del Tg1. Il governo Draghi fece nominare Carlo Fuortes e Monica Maggioni. Prima ancora il governo Conte scelse Fabrizio Salini e Giuseppe Carboni.

Giorgia Meloni in total black per il giuramento, Casellati e Locatelli in bianco: gli outfit al Colle

Ora viene da chiedere che cosa farà il governo Meloni? Intanto si è portato in squadra Gennaro Sangiuliano che da direttore del Tg2 passa a fare il ministro della Cultura. Il tiggì della seconda rete al momento è ad interim Carlo Pilieci che almeno per tre mesi potrebbe restare al timone. Ora bisognerà vedere se gli scossoni sulle nomine dei tiggì arriveranno subito o a cavallo tra la fine dell’anno e l’inizio del 2023.

Un altro nodo importante riguarda Monica Maggioni. Per lasciare il Tg1 ci sarà bisogno di trovarle una degna alternativa a una professionista che è stata presidente della Rai e la prima donna a dirigere il Tg1 (sarebbe originale il fatto che venisse rimossa da un’altra prima donna premier). Un programma importante su Rai1 potrebbe essere una proposta.

 

Tra i direttori di tiggì i più stimati e apprezzati da Fratelli d’Italia ci sono Nicola Rao, vicedirettore Tg1 ed ex vicedirettore Tgr e Paolo Petrecca, attuale responsabile di RaiNews. Immaginarli direttori del Tg1 non sembra facile perché sarebbe un salto in lungo, tuttavia i Cinquestelle scelsero Carboni che era caporedattore del Tg2.

Il Tg2. Probabilmente avrà una direzione stimata e apprezzata dalla Lega o da Forza Italia. Nella prima ipotesi in corsa c’è Alessandro Casarin (non Roberto Pacchetti perché non scenderebbe mai a Roma), attuale numero 1 della Tgr che a quel punto passerebbe ad Antonio Preziosi, stimato da Forza Italia. Seconda ipotesi Casarin resta alla Tgr e Preziosi va al Tg2. Con Carboni o Simona Sala in corsa per RaiParlamento. Se dovesse andarci la Sala il daytime andrebbe ad Angelo Mellone.

Come capo degli approfondimenti Paolo Corsini potrebbe prendere il posto di Antonio Di Bella che, viste le sue ferie arretrate non godute, può andare in pensione qualche mese prima del fatidico marzo. Altri due nomi in corsa per un posto importante nell’assetto della governance sono quelli di Marcello Ciannamea e Roberto Sergio potrebbero diventare nuovi dg. Il riferimento meloniano per eccellenza in Rai resta sempre Giampaolo Rossi: sarà lui a muovere le fila. E all’opposizione cosa resta? C’è sempre il Tg3 di Mario Orfeo, Cartabianca della Berlinguer e gli altri programmi di Rai3.


Ultimo aggiornamento: Domenica 23 Ottobre 2022, 12:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA