Golden Globes, le star di Hollywood li affondano. La Nbc non trasmetterà la cerimonia, Tom Cruise restituisce i premi vinti

Golden Globes, le star di Hollywood li affondano. La Nbc non trasmetterà la cerimonia, Tom Cruise restituisce i premi

Addio Golden Globe. Infatti, con una mossa a sorpresa, la Nbc ha annunciato che non trasmetterà la cerimonia dei Golden Globe il prossimo anno. Lo riporta il sito specializzato The Hollywood Reporter. Secondo quanto riporta il sito, la rete ha rilasciato lunedì la seguente dichiarazione: «Continuiamo a credere che l'Hfpa (l'Hollywood Foreign Press Association, ndr) sia impegnata in una riforma significativa. Tuttavia, un cambiamento di questa portata richiede tempo e lavoro e riteniamo fortemente che l'Hfpa abbia bisogno di tempo per farlo bene. Pertanto, la Nbc non trasmetterà i Golden Globe del 2022». «Immaginando che l'organizzazione porterà a termine i suoi piani, speriamo di essere in grado di mandare in onda lo spettacolo nel gennaio 2023», ha proseguito l'emittente.

 

La decisione segue mesi di critiche alla Hollywood Foreign Press Association per la sua mancanza di diversità tra i suoi membri e per errori etici. La mossa arriva nonostante l'Hfpa abbia annunciato una serie di potenziali riforme la scorsa settimana.

 

TOM CRUISE RESTITUISCE I SUOI GOLDEN GLOBE

 

Tom Cruise si unisce al coro di indignazione contro la Hollywood Foreign Press Association. Secondo quanto riporta il sito specializzato di cinema Deadline Hollywood, Cruise avrebbe restituito oggi all'Hfpa i tre trofei Golden Globe che ha vinto nel corso degli anni. I premi appena inviati alla sede dell'Hfpa sono quello per il miglior attore, che Cruise ha vinto per 'Jerry Maguirè, il premio per il miglior attore che ha vinto per 'Born on the Fourth of July' (Nato il 4 luglio) e il premio per il miglior attore non protagonista che ha vinto per 'Magnolià.

 

Fonti autorevoli hanno fatto sapere a Deadline che la restituzione dei riconoscimenti «è appena accaduta, poiché il castello di carte dei Golden Globes continua a sgretolarsi». La notizia arriva poco dopo quella che annuncia che la Nbc ha annullato la trasmissione dei Golden Globes del prossimo anno, e che altre star, come Scarlett Johansonn, hanno aderito alla protesta contro la Hfpa. Cruise è dunque l'ultima star a protestare, dopo Netflix, Amazon e Nbc, tra gli altri, sulla lentezza dell'organizzazione nel riformare la sua mancanza di inclusività.

 

SCARLETT JOHANSSON E MARK RUFFALO CONTRO I GOLDEN GLOBES, RAZZISTI E SESSISTI

 

Ma quella contro i Golden Globe è un vera e propria rivolta.  Questa mattina l'attrice Scarlett Johansson si è unita alle critiche verso i Golden Globes. Gli organizzatori del Golden Globe, ovvero i rappresentanti dell'Hollywood Foreign Press Association (HFPA), sono stati accusati di mancanza di pluralismo nella composizione della giurià e di funzionamento piuttosto oscuro. All'inizio di questa settimana l'organismo ha votato una riforma per ampliare i suoi membri. Ma la signora Johansson è tra le star e le figure del settore che invocano una riforma ben più radicale. I Golden Globe, premi cinematografici considerati secondi solo agli Oscar in termini di prestigio, sono stati accusati di pratiche discriminatorie e di comportamenti eticamente discutibili, come l'accettazione di regali dalle produzioni cinematografiche da parte dei membri dell'Hfpa.

 

A febbraio, un articolo del Los Angeles Times ha rivelato che non c'erano persone di colore tra gli 87 membri dell'organizzazione che votavano per i premi. Proprio per cambiare questa situazione, l'HFPA ha annunciato nei giorni scorso un pacchetto di riforme per rendere l'organizzazione più inclusiva, con l'ampliamento dei suoi membri, l'indicazione per il reclutamento di componenti neri nella giuria e l'assunzione di consulenti per la diversità. L'organizzazione della stampa estera a Hollywood ha anche detto che avrebbe allentato il mantello di segretezza e le rigide regole di ammissione che avvolgono l'associazione.

 

Ma molte personaggi di spicco di Hollywood hanno bollato come insufficienti le iniziative adottate. Johansson, che è stata nominata per cinque Golden Globe, ha esortato tutto il settore cinematografico a boicottare l'organizzazione a meno che non apporti significativi cambiamenti interni. La 36enne ha ricordato anche di aver ricevuto «domande e osservazioni sessiste da parte di alcuni membri dell'HFPA che rasentavano le molestie sessuali».

 

Mark Ruffalo, co-protagonista con la Johansson in 'Avengers', si è unito alla protesta, definendo in un post sui social le riforme annunciate dall'HFPA «scoraggianti». «Onestamente, come recente vincitore di un Golden Globe, non posso sentirmi orgoglioso o felice di essere destinatario di questo premio». Nel frattempo, Netflix e Amazon hanno dichiarato che smetteranno di avere rapporti con l'HFPA fino a quando non andrà oltre con i suoi piani di riforma.


Ultimo aggiornamento: Martedì 11 Maggio 2021, 16:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA