Orche contro squali bianchi, un altro esemplare ucciso in Sudafrica: è strage
di Remo Sabatini

Orche contro squali bianchi, un altro esemplare ucciso in Sudafrica: è strage

È una vera e propria strage, quella che si sta consumando ai danni degli squali bianchi nelle acque sudafricane, ad opera delle orche. È, infatti, di poche ore fa la notizia di un nuovo macabro ritrovamento. Un altro grande squalo bianco lungo circa quattro metri, è stato rinvenuto sulla spiaggia di Struisbaai, pochi chilometri ad est di L'Agulhas, la nota località dove si mescolano le acque dell'Oceano Atlantico con quelle dell'Oceano Indiano. 



Lo squalo, fin dalle primissime osservazioni tenute dagli esperti intervenuti, tra i quali gli operatori del NSRI (organizzazione simile alla nostra Guardia Costiera che ha scattato le foto che pubblichiamo) è apparso nelle medesime condizioni degli altri due esemplari ritrovati morti nei giorni scorsi: un grosso morso al ventre con conseguente esposizione degli organi interni. Interessante notare che Struisbaai sia a diverse decine di chilometri di distanza dalla località, Gansbaai, teatro degli attacchi precedenti. Segno evidente che le orche si stanno spostando ad est oppure che quest'ultimo episodio sia da imputare ad un altro "pod" di killer whales presenti in quell'area. Certo è che episodi così gravi e ripetuti ai danni di squali bianchi, non si registravano da anni. 



"Avevamo osservato le conseguenze degli attacchi di orche su squali come i "seven gills", gli squali a sette branchie che popolano queste acque, ma non ci era mai capitato con gli squali bianchi". Il dott Enrico Gennari è il direttore scientifico e della Ricerca di Oceans Research di Mosselbaai  (www.oceans-research.com) e sta seguendo il caso. "Sappiamo che, periodicamente, piccoli gruppi di orche arrivano sulle nostre coste in cerca di cibo. Leoni marini e delfini, così come grossi pesci, sono le loro prede preferite. I tre squali bianchi uccisi in un lasso di tempo così breve, se da una parte possono rappresentare importanti opportunità di studio, dall'altra è qualcosa che preoccupa non poco". Predatori fondamentali per l'ecosistema marino, i grandi squali bianchi hanno bisogno di molti anni prima di raggiungere la maturità sessuale che, visivamente, si può apprezzare una volta che arrivano a toccare  i 4 metri di lunghezza. Misure che, due dei tre squali uccisi, avevano raggiunto e superato. "Le orche, conclude Gennari, si muovono e attaccano in gruppo. Gli squali bianchi, invece, sono  animali solitari". Anche questo è il fascino del misterioso grande squalo bianco.
Domenica 7 Maggio 2017, 14:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA