Coronavirus, i volontari del vaccino di Moderna: «Con la seconda dose sembra di morire»
di Enrico Chillè

Coronavirus, i volontari del vaccino di Moderna: «Con la seconda dose sembra di morire»

L'annuncio dell'efficacia del vaccino contro il coronavirus sperimentato da Moderna è un'altra buona notizia, dopo quanto già ufficializzato da Pfizer e BioNTech. Il vaccino di Moderna, tra l'altro, ha un'efficacia maggiore (94% contro 90%) rispetto a quello di Pfizer e può essere conservato a temperature più alte. Le testimonianze dei volontari che si sono sottoposti alla fase di sperimentazione clinica, tuttavia, parlano di effetti secondari non piacevoli: «La prima dose è fastidiosa, con la seconda sembra di poter morire».

 

Leggi anche > Vaccino anti Covid, Moderna annuncia: «Il nostro efficace al 94,5%». Il titolo vola in borsa: +12%

 

 

 

 

A riportare le testimonianze di tanti volontari del vaccino di Moderna, a cui sono state somministrate due dosi a un mese di distanza, è Cnbc. Una donna di 50 anni, residente nel North Carolina e che ha chiesto di rimanere anonima, ha spiegato: «La prima dose non è niente di che, ma la seconda ti lascerà a pezzi per un intero giorno. Dopo la seconda dose servirà prendersi un giorno libero e restare completamente a riposo». Tra i volontari c'è anche un biologo dello Utah, il 44enne Luke Hutchison, che ha spiegato: «Dopo la prima dose, il 18 agosto ho accusato nausea e una leggera febbre durata qualche giorno. Il 15 settembre mi sono sottoposto alla seconda dose che mi ha costretto a letto, con febbre alta, brividi, tremori e un forte mal di testa. Quell'effetto terribile è durato circa dodici ore, poi ho iniziato a sentirmi meglio».

 

«Dopo la prima dose ho avuto un po' di nausea, ma niente in confronto alla seconda: ho avuto 40 di febbre e ho temuto di dover andare in ospedale. Alla fine, dopo mezza giornata, mi sono sentito molto meglio», la testimonianza di un altro volontario, un ventenne del Maryland. Gli effetti descritti dai volontari del vaccino di Moderna sono assolutamente analoghi a quelli rivelati dai volontari del vaccino di Pfizer. Florian Krammer, infettivologo statunitense, ha spiegato: «Gli effetti secondari del vaccino non sono piacevoli, ma non sono pericolosi».

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 16 Novembre 2020, 23:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA