Epatite A, epidemia al ristorante: almeno 4000 persone costrette a vaccinarsi

Epatite A, epidemia al ristorante: almeno 4000 persone costrette a vaccinarsi

Una vera e propria allerta sanitaria, con almeno 4000 persone che dovranno ricorrere ad un apposito vaccino, è stata lanciata dopo il dilagare dell'epidemia di epatite A. Lo ha deciso, come misura di prevenzione, l'assessorato alla Salute della comunità autonoma di Murcia, in Spagna.

Leggi anche > Meningite fulminante, studentessa morta: trovata a letto senza vita dalla mamma



Come riporta 20minutos.es, in un primo momento la direzione regionale della sanità aveva raccomandato il vaccino solo a coloro che avevano mangiato nel ristorante El Paso de los Elefantes, dove avrebbe avuto origine il virus, nel periodo compreso tra il 24 e il 29 ottobre. Le autorità sanitarie, tuttavia, hanno deciso di estendere la vaccinazione anche ai clienti che avevano mangiato lì dal 30 ottobre al 6 novembre, data in cui il ristorante fu chiuso per l'allerta di epatite A.

Al momento, sono state già vaccinate oltre 1300 persone, ma all'appello ne mancherebbero ancora 2700. L'allerta era scattata dopo che 24 persone avevano accusato i sintomi dell'epatite A: di queste, sette sarebbero ancora ricoverate nell'ospedale Santa Lucia, a Cartagena, anche se il quadro clinico migliora progressivamente. L'assessorato regionale alla Salute ha comunque invitato i cittadini a non andare nel panico: «Tutte le misure poste in essere finora hanno evitato la diffusione del virus e il vaccino è una misura necessaria di prevenzione».
Giovedì 14 Novembre 2019, 13:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA