Scuola, la App per il pass a singhiozzo: pronte le liste di riserva per i supplenti
di Flaminia Savelli

Scuola Lazio, la App per il green pass a singhiozzo: pronte le liste di riserva per i supplenti

Senza il sistema operativo ad hoc, si sono organizzati scaricando la stessa App di baristi e ristoratori. Così i presidi della Capitale hanno tentato di giocare d’anticipo sulla data di inizio delle scuole. Il prossimo 13 settembre infatti torneranno in classe tutti gli alunni. Con una procedura però del tutto nuova prevista dal regolamento anti Covid. La nuova norma dovrà tener conto, a partire dall’entrata, dei controlli del certificato verde dei professori che potranno entrare in classe solo con il Green pass. Dunque i dirigenti sono incaricati di controllare che sia valido. Ecco perché, in attesa di una App ufficiale dal Ministero dell’Istruzione hanno scaricato Verifica C - 19, la stessa utilizzata già baristi e ristoratori. Ma nelle prove generali tanti sono stati i problemi tecnici: il sistema non ha letto il codice del pass, in alcuni casi non è passato il nominativo. In altri ancora, non ha passato neanche la verifica cartacea. Il risultato? I docenti a cui non è stato possibile accertare la validità del certificato, sono stati rimandati a casa. «Non ci sono alternative» spiega Cristina Costarelli vice presidente di Assopresidi e dirigente scolastica del liceo scientifico Isacco Newton: «Il nostro compito è garantire e assicurare la verifica e se non è possibile, siamo costretti a rimandare a casa i docenti e a chiamare i supplenti».

 

Scuola, in aula senza mascherine solo al banco e distanziati. Ma i medici: è pericoloso

 

Green pass, i controlli

Intanto ogni scuola ha nominato un responsabile che per tutto l’anno verificherà i certificati all’ingresso. In attesa di direttive più chiare, la App è stata scaricata sui tablet. Le scuole hanno “approfittato” degli esami di riparazione, appena conclusi, per fare le prove generali. Quindi hanno replicato durante le prime riunioni d’istituto. Il risultato però non è cambiato: «I problemi della lettura dei pass è stato continuo - conferma Costarelli - siamo molto preoccupati per il rientro a scuola. La mattina, prima dell’entrata dei ragazzi, siamo impegnati nella gestione di una serie di procedure. Almeno il controllo dei certificati verde dei professori dovrebbe essere automatica». I dirigenti hanno quindi studiato un piano alternativo: una lista di supplenti da chiamare in tempi brevissimi per assicurare la presenza dei docenti in classe. L’obiettivo, dopo due anni di lezioni on line, è quello di assicurare ai ragazzi la continuità didattica: «Nelle ultime due settimane abbiamo valutato una serie di alternative perché la prossima settimana dobbiamo essere pronti e operativi» precisa ancora la vice presidente. Dunque, le scuole hanno pronte le liste dei supplenti da chiamare a stretto giro. Ma sul caos da Green pass c’è anche un altro punto su cui i presidi delle scuole romane chiedono chiarezza. E cioè la frequenza prevista per gli accertamenti. «In questo momento - aggiunge Costarelli - siamo incaricati di controllare ogni giorno la validità della certificazione. Quello che speriamo e ci auguriamo è che l’accertamento sia predisposto a intervalli regolari, tenendo certamente conto della durata del vaccino». Per dirigenti scolastici c’è poi un’ultima questione da risolvere: la gestione degli spazi e degli arredi nelle aule. 

 

Green pass a scuola, come funzionerà: semaforo per i prof, sospensione al quinto giorno di rosso

 

Nuove regole

Con il distanziamento solo “raccomandato” nelle aule per garantire le lezioni in presenza a tutti, nelle scuole è già partito il togli-e-metti dei banchi monoposto e a rotelle, per recuperare spazi. In questo caso, è proprio una questione di centimetri, perché le aule sono troppo strette per stare lontani. Centimetri alla mano, i dirigenti si sono resi conto che i monoposto sono più lunghi di circa dieci centimetri. 
«Abbiamo provato ad avvicinare due banchi singoli con le rotelle di ultima generazione ma ci siamo resi conto che occupano più spazio - conclude la vice presidente Costarelli - quindi nelle classi più strette, torneranno i vecchi banchi doppi». Le scuole con le aule più spaziose invece hanno adottato una soluzione mista alternando banchi vecchi e nuovi. 

 

Scuola: green pass, quarantena, mascherine, ingressi, palestre e mense: tutte le regole per il ritorno in classe

 

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 7 Settembre 2021, 00:48
© RIPRODUZIONE RISERVATA