Morto il principe Filippo, aveva 99 anni. Una vita all'ombra della Regina Elisabetta

Video

E' morto il principe Filippo: a giugno avrebbe compiuto 100 anni. Il marito della regina Elisabetta, il più longevo consorte di un monarca nella storia britannica, si è spento all'età di 99 anni. Lo ha annunciato Buckingham Palace. Il duca di Edimburgo è morto al castello di Windsor, dov’era nata sua madre Alice di Battenberg e dove aveva raggiunto la moglie in questo nuovo annus horribilis del Covid. Filippo sarà ricordato da molti solo per le sue battute di spirito e per le sue gaffe, invece che per il grande uomo che è stato.

Morto principe Filippo, la Regina Elisabetta piange «l'amato consorte»: le parole dell'annuncio

 

Senza di lui Elisabetta non avrebbe retto così a lungo e così bene il peso della corona: Filippo era la sua roccia, come lei stessa lo aveva definito.

Vaccino, la regina Elisabetta (95 anni il 21 aprile) ha ricevuto anche la seconda dose

Principe Filippo all'oscuro dell’intervista di Harry e Meghan? Motivo legato alle condizioni di salute

Filippo, che avrebbe compiuto 100 anni il 10 giugno prossimo, era comparso in pubblico l'ultima volta lo scorso 16 marzo, mentre lasciava il King Edward VII Hspital di Londra, dove era stato ricoverato per riprendersi dall'intervento al cuore al quale si era sottoposto nel St Bartholomew's Hospital.

 

Il Duca di Edimburgo era stato ricoverato al King Edward VII Hospital il 16 febbraio per un periodo di «riposo e osservazione», dopo avere sofferto un malore. Ma la degenza era stata prolungata e Buckingham Palace aveva in seguito riferito che Filippo era in cura per un'infezione. Dopo 13 notti, era stato trasferito all'unità cardiaca del St Bartholomew's per un trattamento specialistico. Il Palazzo aveva riferito che il 3 marzo Filippo si era sottoposto «con successo a una procedura per una condizione cardiaca pre-esistente».

All'uscita dal King Edward VII Hospital di Londra, Filippo era stato fotografato su una sedia a rotelle, prima di salire sull'auto che lo avrebbe portato al Castello di Windsor, per riunirsi alla regina Elisabetta, dopo aver trascorso 28 notti in ospedale, la sua degenza più lunga. In precedenza, ricorda il Telegraph, Filippo era stato visto l'ultima volta in pubblico nel luglio dello scorso anno, quando, nonostante l'età avanzata, aveva partecipato alla cerimonia del passaggio di consegne del suo ruolo di colonnello in capo del reggimento dei Rifles, dopo 67 anni di servizio. Lo stesso mese, era anche stato fotografato al matrimonio della principessa Beatrice, mentre a giugno era stato fotografato al fianco della regina per il suo 99esimo compleanno. Lo scorso novembre era stata diffusa la sua ultima foto ufficiale, che lo ritraeva accanto alla regina al Castello di Windsor, mentre insieme ammiravano una cartolina fatta dai loro pronipoti, i principi George e Louis e la principessa Charlotte, per il loro 73esimo anniversario di matrimonio. Dallo scorso marzo, Filippo aveva trascorso gran parte del suo tempo in isolamento al Castello di Windsor, come precauzione contro il Covid-19.

 

Le lacrime della regina

Poche righe toccanti per esprimere il dolore di una perdita dopo 73 anni di vita insieme: così la regina Elisabetta II ha annunciato la morte del principe consorte Filippo di Edimburgo. «È con profonda tristezza - vi si legge - che Sua Maestà la Regina annuncia la morte del suo amato marito, Sua Altezza Reale il Principe Filippo, Duca di Edimburgo, spirato pacificamente stamattina nel Castello di Windsor. Ulteriori annunci saranno dati a tempo debito. La Famiglia Reale si unisce alle persone che nel mondo sono in lutto per la perdita».

Video

Bandiere a mezz'asta

Union Jack a mezz'asta a Buckingham Palace per Filippo di Edimburgo. La bandiera britannica è stata fatta calare in questi minuti dopo l'annuncio dato dalla regina Elisabetta della morte del 99enne principe consorte. La notizia viene coperta ora di fatto a reti unificate dalle tv britanniche, mentre si attende l'annuncio di una cerimonia funebre attesa nella massima solennità possibile - come ultimo tributo di Elisabetta al marito - compatibilmente con le restrizioni dell'emergenza Covid.

 

I funerali in forma ristretta

Secondo le regole previste per i funerali della Casa Reale, le esequie del principe Filippo si svolgeranno nei prossimi 10 giorni nella St Georgès Chapel, del Castello di Windsor in forma ristretta, come ha chiesto lo stesso consorte della Regina Elisabetta. Le regole del distanziamento e i divieti di assembramenti vigenti per il Covid imporranno dei cambiamenti al programma già elaborato dal Palazzo dei funerali, che ha come nome in codice Operation Forth Bridge. Attualmente in Inghilterra ai funerali può partecipare un massimo di 30 persone, osservando le regole del distanziamento. Questo significherà quindi che la Regina dovrà decidere quali saranno i membri più stretti della famiglia reale a cui verrà permesso di partecipare alle esequie nel castello. Ovviamente le regole anti Covid rendono impossibile la partecipazione di leader mondiali e reali di altri Paesi, come previsto dal programma. Secondo il programma, prima dei funerali è previsto che venga allestita una camera ardente nella Chapel Royal al St James's Palace a Londra. Il programma dei funerali prevedeva, prima della pandemia, che oltre 800 invitati avrebbero potuto rendere l'ultimo saluto al principe, ma non sarebbe stata aperta al pubblico che avrebbe potuto però lasciare un messaggio sul libro delle condoglianze. Si prevede che si dovrà rinunciare anche al previsto corteo funebre per le strade di Londra, con la sfilata militare, che avrebbe attirato decine di migliaia di persone nelle strade per porgere l'ultimo saluto al duca di Edimburgo. Gli organizzatori, sottolineano dal Palazzo fonti citate dal Guardian, sono «disperatamente ansiosi» di non organizzare nulla che possa provocare assembramenti. La Regina Madre è sepolta nella St Georgès Chapel, al Windsor Castle, accanto al marito Giorgio VI e alla sorella della Regina, la principessa Margaret.

Le parole di Boris Johnson

«Ricorderemo il duca di Edimburgo per il suo contributo alla nazione e per il suo solido supporto alla regina». Lo ha detto il premier britannico Boris Johnson parlando fuori da Downing Street. «Come nazione e come regno ringraziamo la straordinaria e figura e il lavoro» del principe Filippo, ha detto ancora il premier definendolo «un amorevole marito, un padre e un nonno affettuoso».

Il ricordo di Emanuele Filiberto

«L'ho incontrato poche volte ma lo ricordo come una persona molto degna, molto divertente, con un gran senso dell'umorismo, ed è questa l'immagine che voglio ricordare. Una persona che è sempre rimasta precisa sul suo rango: non è stato qualcosa di facile anche per un uomo come lui, sempre un passo e mezzo dietro alla regina sopportando e stando sempre con lei, e credo che molto di quello che ha fatto la regina l'abbia fatto anche grazie a lui». È il ricordo che Emanuele Filiberto di Savoia fa  del principe Filippo, duca di Edimburgo, scomparso oggi a 99 anni. «Oggi il mio pensiero va alla regina e al principe Carlo e ai nipotini -spiega il rampollo di Casa Savoia - Certo, era qualcosa che si aspettavano, ed è anche per questo che è uscito dall'ospedale qualche giorno fa. La regina ne ha affrontato tanti di colpi, ma quando il tuo compagno di vita scompare, sarà retorico ma è come se la metà di te parta». Emanuele Filiberto aggiunge ancora un'osservazione: «Purtroppo è partito in un momento anche un poò triste per la famiglia, con il principino Harry che ha lasciato l'Inghilterra. Ma è così e non si può tornare indietro. Speriamo che questo possa rimettere insieme la famiglia, e riunire i due fratelli con il padre e la regina», è l'auspicio del nipote dell'ultimo re d'Italia.

 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 9 Aprile 2021, 18:19
© RIPRODUZIONE RISERVATA