Luca Calboni
Molto più favorevoli all'euro (65%) che all'Europa, con una

Luca Calboni
Molto più favorevoli all'euro (65%) che all'Europa, con una fiducia verso Bruxelles in drastico calo rispetto al passato: solo il 43% infatti resterebbe nella Ue. Dati choc quelli emersi dal sondaggio Eurobarometro (commissionato dal Parlamento europeo), dal quale risulta che l'Italia è diventata la Nazione più euroscettica. In pratica, se si tenesse un referendum come quello per la Brexit, la maggioranza dei connazionali (6 su 10) voterebbe per un'uscita dalla Ue. Dati opposti negli altri Paesi europei, dove il 68% dei cittadini crede che la propria nazione abbia tratto beneficio dall'adesione all'Unione e solo 1 su 3 voterebbe per uscirne.
Soddisfatto dei dati globali europei il presidente del Parlamento di Strasburgo Antonio Tajani, che però lancia un monito: «Dobbiamo raddoppiare gli sforzi per dimostrare che l'Unione sa dare risposte davvero efficaci ai principali problemi come immigrazione, sicurezza e disoccupazione». Diametralmente opposto il parere del vice premier italiano e ministro dell' Interno Matteo Salvini: «L'Unione va completamente rifondata».
Ma parallelamente esplode una nuova puntata della saga sulla manovra finanziaria italiana che, secondo il commissario al Bilancio Ue, Guenther Oettinger, «verrà sicuramente respinta». Di Maio rintuzza con un post su Fb: «Oettinger si morda tre volte la lingua prima di parlare». E Salvini avverte: «L'Europa non si sogni neppure di mandare in Italia la troika».
riproduzione riservata ®

Giovedì 18 Ottobre 2018 - Ultimo aggiornamento: 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
DALLA HOME