«Con quei prezzi  poca qualità»

«Con quei prezzi poca qualità»

Lorenzo Sirabella di Dry Milano è stato premiato come Miglior giovane pizzaiolo di 50TopPizza e tre spicchi Gambero Rosso.
Dobbiamo accettarle le scuse per il panino-pizza?
«È evidente che si tratti di una trovata di marketing per sfruttare l'appeal della pizza. Ma anche in questo siamo stati più bravi (ride ndr). Qualche tempo fa un napoletano, infatti, fece il contrario: con la pizza a portafoglio aveva beffato il McDonald. Ma, vedendo i costi, non credo ci sia qualità. E chiamarla pizza è uno scempio».
La pizza è solo quella napoletana?
«Ma no. Va bene fare la pizza napoletana, romana o al taglio. Ma pensare che la gente associ il nome a un prodotto fast food, è sbagliato. Oggi le pizze buone, grazie a bravi maestri pizzaioli, le puoi mangiare in tutto il mondo. Non c'è bisogno di cercare un falso in un fast food». (R.Vec.)

Venerdì 11 Ottobre 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA