Addio Nazzaro, cantava «Quanto è bella lei»

Addio Nazzaro, cantava «Quanto è bella lei»

Con le sue canzoni romantiche ha segnato un pezzo della musica leggera degli Anni Settanta. È morto ieri al Policlinico Gemelli di Roma il cantante e attore Gianni Nazzaro: se ne è andato a 72 anni, dopo una lunga malattia. La notizia della sua scomparsa è stata data ieri sera all'Adnkronos dalla sua compagna, Nada Ovcina, che è stata anche sua agente e ufficio stampa.
Il debutto artistico di Nazzaro, napoletano di origine, avviene nel 1965, con lo pseudonimo di Buddy, imitando con successo le voci di Bobby Solo, Adriano Celentano, Gianni Morandi e altri artisti in incisioni discografiche di secondo piano. Finito questo periodo pionieristico si fa notare a Un disco per l'estate del 1968 con il brano «Solo noi». Il suo successo maggiore, con cui si classifica al primo posto ad «Un disco per l'estate» nel 1972, è «Quanto è bella lei».
Nel 1987 porta a Sanremo il brano «Perdere l'amore», ma viene escluso. Ironia della sorte, lo stesso brano viene ripresentato l'anno successivo da Massimo Ranieri (di cui Nazzaro si è sempre considerato un rivale), che vince la manifestazione. Nazzaro polemizzerà a lungo con gli organizzatori per la sua esclusione.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 28 Luglio 2021, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA