Il Napoli si riprende la testa

Massimo Sarti
Dopo lo 0-4 di lunedì a Udine, il Napoli domina 0-4 anche l'infrasettimanale di Marassi contro la Sampdoria, con un'altra impressionante prova di forza. Per i partenopei quinta vittoria su cinque gare e nuovo sorpasso alla Milano calcistica, con Milan ed Inter fermi a quota 13. E dire che i blucerchiati non demeritano. Però è un periodo in cui gli uomini di Luciano Spalletti trasformano in oro tutto quello che toccano. A cominciare da Osimhen, autore di una doppietta (10' e 50') e di cinque reti nell'ultima settimana tra campionato ed Europa League. Le altre reti del Napoli vengono mandate a bersaglio da Fabian Ruiz (splendido il piatto sinistro dalla distanza dello spagnolo) al 39' e di Zielinski al 59'. Ci sono poi le doppiette di assist, quelle di Insigne e Lozano, oltre all'ennesima super prova in mezzo di Anguissa. Spalletti vola basso: «Nel primo tempo la Sampdoria ci ha fatto soffrire. Siamo stati bravi in fase realizzativa. Osimhen? Va forte». Alle spalle delle milanesi arriva la Roma, a 12 punti. Una rete di Abraham al 36' dopo grande azione di Calafiori basta ai giallorossi per avere ragione 1-0 dell'Udinese. Per i giallorossi primo tempo dominato, ma secondo di sofferenza: i tre punti sono firmati anche Rui Patricio. Espulso nel finale Pellegrini: salterà il derby di domenica. Finisce infine 1-1 la sfida tra Torino e Lazio. Granata in vantaggio al 76' con un colpo di testa del neo entrato Pjaca. I biancocelesti non brillano e si salvano al 91' grazie ad un rigore dell'ex Immobile (sei reti in campionato), concesso per un fallo di Djidji su Muriqi.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 24 Settembre 2021, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA