Rigopiano: Paola e Marco, Luciano e Silvana, i nomi dei dispersi

Rigopiano: Paola e Marco, Luciano e Silvana, i nomi dei dispersi

«Ieri sera ho ricevuto la chiamata di Giampiero alle 17.40. Mi chiedeva aiuto disperatamente. Diceva 'è caduto, è caduto l'albergò. Mi sono attivato subito, ho chiamato i soccorsi. Sono stato in contatto con lui più di una volta, fino alle 23. Poi mi ha richiamato stamattina dicendo che l'avrebbero portato in elicottero a Pescara». A riferirlo è Quintino Marcella, ristoratore e datore di lavoro di Giampiero Parete, superstite della valanga sull'hotel Rigopiano. «Ho contattato tutti i numeri possibili», dice Quintino. 
 

 

Sulla sua pagina facebook Giampiero Parete ha postato solo foto di tutta la famiglia insieme, sempre lui con la moglie e i due bambini. E le ultime immagini sono proprio della festa di compleanno di Ludovica, la bimba ha appena compiuto 6 anni. «E poi arriva un giorno - ha scritto Giampiero il 13 gennaio scorso postando una bella foto della figlia - e tu hai già 6 anni. Tantissimi auguri Ludovica, un bacione da papà». 

Sale a 7 il numero dei dispersi provenienti dalle Marche nella slavina che ha investito l'Hotel Rigopiano a Farindola. Oltre alla coppia di Castignano, non si hanno notizie di Domenico Di Michelangelo, 41 anni, di Chieti, poliziotto in servizio a Osimo, della moglie Marina Serraiocco, 37, di Popoli, e del loro bambino. Dispersi anche Emanuele Bonifazi, 31 anni, di Pioraco, dipendente dell'hotel, e Marco Tanda, 25 anni, residente a Macerata. Era con la fidanzata abruzzese Jessica Tinari, anche lei dispersa.

UN 25ENNE DI MACERATA Tra i dispersi dell'Hotel Rigopiano, a Farindola, devastato da una slavina, c'è anche un 25enne nato a Macerata, ma che ora abita altrove. Con lui la fidanzata di 24 anni, originaria di Lanciano (Chieti). I loro nomi, che non sono stati resi noti, figurerebbero nel registro dell'albergo. Con il 25enne sale a 6 il numero dei dispersi marchigiani nell'hotel.

GIOVANE COPPIA MARCHIGIANA C'è anche una coppia di Castignano (Ascoli Piceno) fra le persone disperse all'hotel Rigopiano a Farindola, in Abruzzo, travolto ieri da una slavina. Si tratta di due giovani che erano in vacanza. A dare conferma della notizia è il sindaco di Castignano Fabio Polini. «Ho saputo la notte scorsa che nessuno dei due purtroppo risponde alle telefonate dei familiari». «Siamo molto preoccupati per la loro sorte. Speriamo bene» conclude il sindaco. A Castignano vivono i genitori e il fratello del ragazzo che stanno vivendo ore di apprensione per la sorte dei due giovani.

Di Marco Vagnarelli e Paola Tomassini - questi i nomi dei due giovani Castignano dispersi all'hotel Rigopiano a Farindola, i familiari non hanno notizie da ieri pomeriggio. I due si trovavano nella località abruzzese per una vacanza di due giorni e stavano per ripartire alla volta del Piceno. Vagnarelli è un dipendente dell'Ariston, mentre la compagna, originaria di Montalto Marche, lavora per la società Autogrill. La coppia, in base alle esigenze lavorative, si divideva fra Castignano, paese d'origine di Marco, e Pedaso (Fermo).

UNA COPPIA DEL CHIETINO Una coppia di Castel Frentano (Chieti) risulterebbe dispersa nel crollo dell'hotel Rigopiano (Pescara). Si tratta di Luciano Caporale, 54 anni, e la moglie, Silvana Angelucci, 46 anni, entrambi di professione parrucchieri. La coppia era giunta in hotel domenica pomeriggio per ripartire martedì sera ma, a seguito del peggioramento delle condizioni meteorologiche, hanno deciso di trattenersi fino a ieri, mercoledì.

I figli della coppia, unitamente ad altri famigliari, sono già in viaggio verso Penne al centro di coordinamento per avere notizie certe sulla sorte degli scomparsi. «Siamo tutti in apprensione, speriamo che questa storia finisca bene, dice il sindaco di Castel Frentano - Gabriele D'Angelo - per il momento non abbiamo notizie e siamo tutti appesi a un filo di speranza. La coppia era molto nota per la loro lunga attività professionale ed era fortemente inserita nel tessuto sociale del paese».

IL DIPENDENTE C'è anche un ternano di 33 anni, tra le persone di cui non si hanno più notizie dopo la slavina che ha colpito l'hotel Rigopiano. L'uomo, che era dipendente della struttura alberghiera, ha avuto l'ultimo contatto telefonico ieri con la madre, prima della slavina, ma risulta al momento irrintracciabile. La vicenda viene attentamente seguita dalla prefettura di Terni, che è in stretto contatto con la famiglia del disperso, le autorità e i soccorritori abruzzesi. L'umbro disperso per la slavina che ha colpito l'hotel Rigopiano è Alessandro Riccetti, 33 anni, di Terni. Apprensione in città per la sua sorte. 

LA FAMIGLIA DI OSIMO CON UN BIMBO C'è anche un famiglia di tre persone di Osimotra i dispersi dell'Hotel Rigopiano, in Abruzzo: la madre è una commerciante, il marito un poliziotto, con il loro bimbo di 7 anni. Lo ha confermato il sindaco di OsimoSimone Pugnaloni. Tra di dispersi c'è anche una coppia marchigiana, di Castignano (Ascoli Piceno).

GIOVANE DI SALERNO E FIDANZATA Stefano Feniello, originario di Valva, era a Farindola per festeggiare il compleanno insieme con la fidanzata Francesca Bronzi. Feniello abita a Silvi Marina, in Abruzzo, dove la famiglia si era trasferita per motivi di lavoro alcuni anni fa. A Valva ci sono tanti parenti in attesa di conoscere l'esito delle ricerche. Il sindaco di Valva, Vito Falcone, ha contattato la Prefettura di Salerno per avere notizie immediate sui soccorsi e sul destino del suo concittadino. 

TRA I DISPERSI SEI GIOVANI DEL TERAMANO La vicenda dell'hotel Rigopiano è seguita con grande apprensione nel Teramano. Tra gli ospiti dell'hotel in questi giorni ci sono anche due giovani coppie, una di Giulianova e l'altra di Atri, e due giovani dipendenti della struttura.

Sono i fidanzati Giorgia Galassi e Vincenzo Forti, quest'ultimo titolare della pizzeria Peter Pan di Giulianova, i coniugi Claudio Baldini e la moglie Sara, e le due dipendenti Cecilia Martella di Atri e Luana Biferi di Bisenti.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 20 Gennaio 2017, 10:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA